|

Ricerca Clinica e di Base

Obesità e anoressia legate a carenza 'ormone del buonumore'

Può portare a depressione e ansia in donne troppo magre o grasse

14/11/2017

Anoressia e obesità potrebbero portare a deficit di una "molecola del benessere", l'"allopregnanolone", e predisporre a depressione e ansia. Lo rivela uno studio firmato dall'italiano Graziano Pinna...

I prodotti di glicazione e l’invecchiamento

Conosci gli AGEs?

14/11/2017

Nell’invecchiamento della popolazione, il calo della funzione motoria, come ridotta velocità del cammino, lo scarso equilibrio e la perdita di forza muscolare sono fenomeni comunemente osservati. La maggior parte dei sistemi...

Ossa e metabolismo: la scoperta

Lo scheletro come già sappiamo è una struttura che sostiene i muscoli e altri tessuti, ma produce anche ormoni.

07/11/2017

Uno studio svolto presso l’Istituto di Ricerca Clinica Montreal (IRCM) e pubblicato dal Journal of Clinical Investigation ha posto la sua attenzione su un ormone in particolare, l’osteocalcina, e i risultati consentono di affermare...

L’integrazione con le proteine fa bene

Soprattutto ai pazienti in sovrappeso e obesi

07/11/2017

Sono ormai parecchi gli studi in letteratura che dimostrano i possibili vantaggi della supplementazione di proteine ​​del siero di latte per promuovere la perdita di peso. Tuttavia, la maggior parte degli studi non ha abbastanza potenza...

Menopausa: l’estratto fermentato di trifoglio rosso ne contrasta i sintomi

Una nuova ricerca dimostra che l’estratto di trifoglio rosso fermentato, riduce in modo significativo diverse delle sintomatologie legate alla menopausa, ad esempio sia il numero che la gravità delle vampate di calore giornaliere.

31/10/2017

Questi risultati risultano promettenti poiché il trattamento con il trifoglio rosso fermentato non ha  effetti collaterali al contrario delle terapie ormonali che possono aumentare il rischio di tumori e malattie...

Dieta nella IBS: efficacia monitorabile

Con l’analisi dei composti volatili fecali

31/10/2017

Gli interventi dietetici sono efficaci nella gestione dei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile (IBS), anche se le loro risposte variano. Un gruppo di ricercatori nel Regno Unito ha studiato se i livelli fecali di composti organici...

Asse intestino – cervello e dimagrimento: la scoperta di una molecola anti-obesità

Che esistesse una comprovata correlazione stretta fra l’asse intestino-cervello e dimagrimento era già alla base degli studi e delle applicazioni cliniche della metodologia Pneisystem, quest’ultima però non ritiene possibile la risoluzione di problemi complessi attraverso l’impiego di singoli farmaci “miracolosi”.

24/10/2017

Tuttavia riportiamo per completezza di approccio culturale gli ultimi dati emersi da un recente progetto di ricerca pubblicato su Science Translational Medicine, il quale rivela l’azione di una molecola che, alla luce di quanto emerso,...

BIA: importanza della procedura

Come ottimizzare l’esame

24/10/2017

Per l'analisi della composizione corporea si possono impiegare più metodiche quali la densitometria a doppio raggio X (DXA), la risonanza magnetica nucleare (MRN), la diluizione isotopica (D2O), l'attivazione neutronica, (INNA), la...

L’infiammazione "rompe le ossa" degli anziani

I dati del Cardiovascular Health Study

24/10/2017

Diversi studi in vitro e sugli animali hanno dimostrato che i marcatori infiammatori influenzano il rimodellamento osseo e giocano un ruolo importante nella patogenesi dell'osteoporosi. Inoltre, alcuni studi longitudinali nell’uomo...

BIA e forza muscolare

Uno studio italiano nei pazienti con BPCO

24/10/2017

Le variabili grezze BIA sono predittori della forza muscolare nei pazienti con malattia polmonare cronica ostruttiva.   Sebbene la perdita di massa grassa (FFM) e la resistenza muscolare ridotta siano molto prevalenti nella malattia polmonare...

Il Choosing Wisely ci svela gli esami endocrinologici da evitare nei bambini

E’ sempre più diffusa al giorno d’oggi la pratica di prevenzione e screening nelle fasce d’età neonatali e nei primi anni di vita dei bambini, la domanda è: esami di base esclusi, quanto è utile svolgere indagini fin troppo specifiche e approfondite in un’età così precoce e soprattutto in un soggetto in piena fase evolutiva?

17/10/2017

E’ di recente pubblicazione una ricerca svolta dall’American Academy of Pediatrics, condotta con lo scopo di far chiarezza su quali esami sia davvero necessario sostenere per un bambino. In particolare, al termine di questa indagine...

Il BMI, problema mondiale

Quale regione ha incrementato la prevalenza di obesità?

17/10/2017

Un’analisi poderosa pubblicata sul Lancet ha considerato 2416 studi di popolazione che riportavano il peso e l’altezza di 128,9 milioni di persone di età > 5 anni, di cui 31,5 milioni di età compresa tra 5 e 19 anni, in...

Malattia infiammatoria intestinale: nanoparticelle di zenzero risultate efficaci per il trattamento

Le malattie infiammatorie intestinali (IBD) comprendono un gruppo di quadri clinici che vedono come conseguenza l’infiammazione dell’intestino. La causa di IBD è sconosciuta, ma in ambito di ricerca è avvalorata la condizione autoimmune quale causa primaria.

10/10/2017

Le due forme principali di IBD sono il morbo di Crohn e la colite ulcerosa. Lo spettro clinico è estremamente variabile a causa della esiguità dei sintomi che non consente una diagnosi immediata della patologia. Le persone con IBD...

I probiotici possono alleviare i sintomi della febbre da fieno

La febbre da fieno indica quelle forme di rinite allergica che si ripetono annualmente e sono causate da una reazione della mucosa degli occhi, del naso e delle vie respiratorie ai pollini stagionali, ma anche alla polvere, ad alcuni tipi di volatili, al pelo animale (soprattutto felino) e ad altri elementi irritanti.

03/10/2017

Ricercatori hanno dimostrato che un probiotico costituito da lattobacilli e bifidobatteri ha contribuito ad alleviare i sintomi della febbre da fieno e migliorato la qualità della vita delle persone che ne soffrono, durante la...

Chetosi e equilibrio acido/base

Ottimi risultati per la chetogenica

03/10/2017

Uno studio spagnolo ha indagato la sicurezza delle diete chetogeniche a basso apporto calorico sull’equilibrio acido-base di pazienti obesi. Venti partecipanti obesi hanno intrapreso una dieta VLCK per 4 mesi. Sono stati ottenuti parametri...

» Sfoglia Archivio