|

venerdì 1 marzo 2013

Orario dei pasti: quale impatto sulle dinamiche del peso?

L’orario dei pasti sembra influenzare l’efficacia dei trattamenti di riduzione del peso indipendentemente dall’apporto calorico.

LIFE STYLE
orario pasti

Meglio anticipare l’orario del pasto, specie se si è a dieta. Così sarebbe possibile ottimizzare l’effetto dei trattamenti. Questa la conclusione di un recente studio condotto dai ricercatori spagnoli dell’Università di Murcia. Gli autori hanno investigato l’efficacia di un trattamento di anti-obesità della durata di 20 settimane su un campione di oltre 400 soggetti suddivisi in due categorie, a seconda della loro abitudine a consumare il pasto ad un orario anticipato oppure più tardo, rispettivamente prima o dopo le tre del pomeriggio.

Ebbene, dallo studio è emerso che gli individui che consumavano il pasto più tardi presentavano una riduzione del peso durante le 20 settimane di trattamento meno accentuata rispetto a coloro abituati a pranzare più presto. Con sorpresa dei ricercatori, l’assunzione di calorie, la composizione della dieta, la spesa energetica, i livelli di ormoni associati all’appetito e la durata del sonno non differivano significativamente tra i due gruppi. Tuttavia, i partecipanti abituati a pranzare tardi consumavano generalmente una colazione meno energetica oppure saltavano totalmente questo pasto.

Non solo, gli autori hanno potuto dimostrare che questi individui erano più frequentemente portatori di una specifica variante genetica (polimorfismo) all’interno di un gene cosiddetto CLOCK, la cui funzione sembra essere associata al controllo dei ritmi circadiani e le cui oscillazioni nell’espressione seguono un ritmo tipicamente giornaliero. Quest’osservazione potrebbe indicare l’esistenza di una modesta ma non trascurabile base ereditaria dei comportamenti alimentari che conducono al sovrappeso.

In conclusione, gli autori hanno sottolineato come non solo la composizione della dieta possa giocare un ruolo nella prevenzione e nel trattamento del sovrappeso, ma anche l’ottimizzazione dell’orario dei pasti potrebbe costituire un importante fattore nella definizione delle strategie terapeutiche.

Source:Garaulet M, Gómez-Abellán P, Alburquerque-Béjar JJ et al. Timing of food intake predicts weight loss effectiveness. Int J Obes (Lond). 2013