|

marted́ 1 maggio 2012

Supplementare con omega-3

Nelle ragazze obese la supplementazione con omega-3 LCPUFA (long-chain polyunsaturated fatty acids) migliora l’omeostasi del glucosio e dell’insulina.

NUTRIZIONE
omega3

Questo il risultato sostanziale di uno studio in doppio cieco incrociato e randomizzato che ha coinvolto 25adolescenti obesi (14-17 anni, 14 femmine) che per 3 mesi dovevano assumere 1.2 g di omega-3 LCPUFAs o placebo, in capsule, con  un periodo di 6 settimane di wash out. 

A tutti i partecipanti venivano misurati: glicemia a digiuno, insulinemia, leptina, adiponectina, e profilo lipidico. E al termine di ciascun periodo venivano eseguito il test per l’intolleranza al glucosio per via endovenosa (IVGTT) il clamp glicemia/insulina e le biopsie muscolari scheletriche. 

Si è così evidenziato che le concentrazioni di EPA, DHA, e omega-3 PUFA  totali erano aumentate in entrambi i sessi nei fosfolipidi muscolari. Tuttavia, solo nelle femmine, la supplementazione con omega-3 LCPUFA migliorava la tolleranza al glucosio del 39% e la concentrazione d’insulina durante IVGTT veniva ripristinata del 34% con un miglioramento della sensibilità all'insulina del 17%. E queste modificazioni non influenzavano il peso corporeo. 

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22523671 J Nutr Metab. 2012;2012:395757. Epub 2012 Feb 20. High physiological omega-3 Fatty Acid supplementation affects muscle Fatty Acidcomposition and glucose and insulin homeostasis in obese adolescents.