|

martedì 2 ottobre 2018

Effetti anoressizzanti di estradiolo e leptina

Effetto sinergico, uno studio sul topo.

Ricerca Clinica e di Base
imm4Come è noto, la leptina è l’ormone del tessuto adiposo che regola il senso della sazietà. Uno studio condotto in Florida ha osservato che i ratti maschi rispetto ai ratti femmine mostravano una minore ipofagia e minore perdita di peso corporeo dopo somministrazione di leptina, suggerendo che l'estradiolo delle ratte femmine giochi un ruolo nella loro reattività alla leptina.

Sulla base di questa osservazione, i ricercatori hanno impiantato il gene Ob (Leptina) o GFP (Controllo) nel cervello di topi maschi che sono stati contemporaneamente trattati con estradiolo o Veicolo.

In un approccio incrociato, hanno confrontato la risposta di ratti femmine estradiolo-carenti (Ovx) a femmine intatte (Sham) che hanno ricevuto il vettore di leptina o di controllo.

Sono stati esaminati i cambiamenti nell'assunzione di cibo, le variazioni di peso e composizione corporea.

Nei maschi, l'estradiolo e la leptina hanno ridotto l'assunzione di cibo cumulativo (15%) e il peso corporeo finale (5%), ma i ratti sottoposti a doppio trattamento (estradiolo-leptina) hanno mangiato il 28% in meno e pesavano il 22% in meno rispetto al controllo.

Le variazioni di intake erano tipiche per ogni trattamento, con una rapida diminuzione della Leptina nei ratti col veicolo seguita da una graduale rinormalizzazione. Al contrario, l'ipofagia nei ratti Estradiolo-Controllo era di ampiezza inferiore e sporadica.

La leptina agisce selettivamente sulla massa grassa e sulla massa grassa addominale, che era del 65-80% inferiore rispetto ai rispettivi gruppi di controllo.

Nelle femmine, entrambi i gruppi leptina avevano un peso corporeo inferiore (valori dell'endpoint inferiori del 20% rispetto ai gruppi di controllo) con la massima estensione negli animali Sham.

I ratti femmina Ovx hanno cominciato rapidamente a riguadagnare il peso perso, raggiungendo il modello nei maschi. La leptina riduce rapidamente e in modo robusto la massa grassa con valori di end point del 30-35% rispetto agli animali trattati con il controllo.

Sembra che la leptina e l'estradiolo diminuiscano l’assunzione di alimenti e il peso corporeo attraverso diversi meccanismi, con il pattern Estradiolo-Leptina che ricorda quello osservato nelle femmine e con il pattern Ovx-Leptina, che ricorda quello osservato nei maschi. Lo stato di estrogeni non ha influenzato la perdita di massa grassa iniziale da parte della leptina.

I ricercatori concludono quindi che, secondo queste prove sperimentali, l'estradiolo modula la risposta a lungo termine alla sovraespressione della leptina centrale, ma le sue azioni sull'omeostasi energetica sono additive e indipendenti da quelle della leptina.
 

Autori: Côté I, Green SM, Yarrow JF, Conover CF, Toklu HZ, Morgan D, Carter CS, Tümer N, Scarpace PJ
Fonte:   J Neuroendocrinol.2018 Sep 23:e12646. doi: 10.1111/jne.12646. [Epub ahead of print]
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30246441