|

mercoledì 5 giugno 2013

Indice e carico glicemico dei cibi: quale impatto sul grasso corporeo?

Il valore dell’indice e del carico glicemico dei cibi correla con la distribuzione del grasso corporeo. Così dimostra un recente studio inglese.

NUTRIZIONE
indice_glicemico

L’indice e il carico glicemico sono due parametri nutrizionali impiegati per stabilire la qualità dell’alimentazione, tuttavia, la loro capacità nel predirre l’impatto delle dieta sulle dinamiche corporee resta largamente dibattuto. Nuove evidenze suggerirebbero, invece, che il loro valore correla effettivamente con la presenza dell’obesità e, in particolare con l’accumulo di grasso in sede addominale. 

Lo studio, condotto dai ricercatori del Northern Ireland Centre for Food and Health (NICHE), ha analizzato quasi 1500 soggetti di età compresa tra 19 e 64 anni, dei quali venivano registrate le abitudini alimentari giornaliere, considerando patate e pane come elementi predittivi positivi per l’indice glicemico, mentre frutta, cereali e latticini come predittori negativi. Il valore del carico glicemico veniva calcolato, più in generale, dal consumo di carboidrati.

Le analisi statistiche hanno così rivelato che sia l’indice che il carico glicemico erano indipendentemente associati con il rischio di obesità generale e addominale. A detta dei ricercatori, questi due parametri non solo possono aiutare a seguire un’alimentazione adeguata, ma sarebbero anche utili indicatori del potenziale rischio di sviluppare disordini del peso corporeo e del metabolismo.

Source:Murakami K, McCaffrey TA, Livingstone MB. Associations of dietary glycaemic index and glycaemic load with food and nutrient intake and general and central obesity in British adults. Br J Nutr. 2013 May 9:1-11