|

lunedý 5 novembre 2012

Meno peso per contrastare il tumore al seno

Dieta ed esercizio favoriscono il mantenimento dello stato funzionale e la riduzione dei livelli di ormoni associati allo sviluppo tumore al seno in post-menopausa.

PATOLOGIA
gestione_peso_pazienti_tumore

L’obesità espone ad una serie di effetti deleteri per la salute, incluso un’elevato rischio di tumore al seno nelle donne in post-menopausa e un declino funzionale nelle pazienti sopravvissute al tumore. Gli interventi comportamentali di modifica dello stile di vita che hanno come obiettivo la riduzione del peso corporeo prevengono in parte queste complicazioni, specialmente il rischio di sviluppo e recidiva tumorale, così come il declino funzionale nelle sopravvissute di età anziana.

Due recenti studi hanno investigato gli effetti degli interventi prestando però attenzione a distinti elementi associati al rischio di sviluppare il tumore.

Un primo studio, dal titolo Reach Out to Enhance Wellness (RENEW), gli autori hanno riscontrato che i partecipanti che avevano aderito ad un programma di un anno basato su istruzioni telefoniche avevano ottenuto un cambiamento notevole nei comportamenti alimentari e dei livelli di attività fisica, una modesta riduzione del peso corporeo e un declino meno pronunciato dello stato funzionale rispetto a un gruppo di controllo.

In una recente revisione dello studio gli autori hanno aggiornato i risultati ad un anno di distanza dal termine dello studio osservando una durabilità degli obiettivi raggiunti e della costanza nei nuovi comportamenti adottati.

Un secondo studio, dal titolo Nutrition and Exercise for Women (NEW), i ricercatori hanno valutato l’effetto di alcuni interventi nutrizionali e comportamentali su un gruppo di donne in post-menopausa sedentarie e obese. Le partecipanti venivano randomizzate ad un programma di dieta ipocalorica, oppure esercizio aerobico moderato, oppure ad una combinazione dei due. Lo studio ha quindi valutato l’effetto di questi interventi sui livelli di ormoni sessuali notoriamentio collegati allo sviluppo del tumore al seno in post-menopausa.

Gli autori hanno osservato che la perdita di peso, indipendentemente dal tipo di programma perseguito, produceva una significativa riduzione delle concentrazioni seriche di estrone, estradiolo, estradiolo libero e testosterone libero, mentre innalzava i livelli di globuline leganti gli ormoni sessuali. I livelli di androstenedione rimanevano invece simili tra i gruppi di intervento e quelli di controllo.

Complessivamente, entrambi gli studi suggeriscono che le pazienti obese anziane, libere o affette dal tumore, possono beneficiare altamente dalla perdita di peso corporeo, principalmente in relazione al mantenimento dello stato funzionale, e quindi all’autosufficienza, ed anche alla riduzione dei livelli di ormoni implicati nello sviluppo del tumore al seno.

Source:William J. Gradishar, MD Weight Loss for Overweight Cancer Patients. Journal Watch Oncology and Hematology