|

giovedì 5 dicembre 2013

Cartella clinica elettronica: un futuro nella gestione dell'obesità?

La cartella clinica elettronica potrebbe favorire una più accurata gestione del percorso terapeutico nell’obesità. Ancora limitato il suo impiego.

Ricerca Clinica e di Base
cartella clinica elettronica

L’utilizzo della cartella clinica elettronica costituisce uno standard nella gestione di innumerevoli condizioni patologiche, in quanto favorisce una più accurata forma di archiviazione dei dati clinici e permette un più rapido ed efficace inter-consulto tra specialisti.

Attualmente, l’impiego di questo strumento risulta ancora limitato, se non del tutto assente, nell’ambito dei disordini del peso corporeo e, a detta di numerosi esperti, potrebbe rivelarsi di estrema utilità per facilitare sia la comunicazione tra medico e paziente, ma anche l’approccio multi-disciplinare tipicamente richiesto per la gestione di questa categoria di pazienti.

A fare il punto della situazione sull’impiego dei sistemi di archiviazione elettronica nel campo dei disordini del peso corporeo sono i ricercatori dell’Harvard Medical School, i quali hanno riportato una diffusione piuttosto limitata di questo strumento.

Gli autori hanno infatti ricercato nei principali database pubblici di letteratura scientifica esempi di studi che riportassero l’impiego delle cartelle cliniche elettroniche (electronic health records) nella gestione del sovrappeso patologico e dell’obesità. In sintesi, gli autori hanno recuperato 11 studi che rispettavano i criteri di ricerca.

Sette di questi si riferivano ad analisi condotte in bambini ed adolescenti e 4 in gruppi di pazienti adulti. Nella maggior parte dei casi, lo strumento elettronico veniva impiegato per calcolare, visualizzare graficamente o valutare le variazioni nel tempo del valore dell’indice di massa corporea (BMI) dei pazienti.

Nonostante l’evidente limitata diffusione di questo strumento nello specifico settore medico, i ricercatori hanno sottolineato come la cartella clinica elettronica potrebbe rappresentare un elemento di particolare utilità nel futuro dell’approccio diagnostico e terapeutico dei disordini del peso corporeo, specialmente in presenza di funzioni specificamente progettate per soddisfare le necessità incontrate dai professionisti medici che si dedicano alla gestione di questi pazienti.

Source:Baer HJ, Cho I, Walmer RA et al. Using electronic health records to address overweight and obesity: a systematic review. Am J Prev Med. 2013