|

marted́ 5 dicembre 2017

La carenza di serotonina implicata nell’artrite reumatoide

Per la prima volta, la serotonina (5-idrossitriptamina, 5 HT) è stata direttamente implicata nella fisiopatologia dell’ artrite reumatoide (RA). Sebbene sia prevalentemente nota come neurotrasmettitore nel sistema nervoso centrale, una nuova prova indica ulteriori importanti funzioni della serotonina.

Ricerca Clinica e di Base
imm3Uno studio, pubblicato in The American Journal of Pathology, dimostra che l’artrite reumatoide, sperimentalmente indotta nei topi serotonina-deficienti, è peggiore della malattia riportata dai topi di controlli e che alcuni effetti di RA possono essere ridotti con la serotonina o dei suoi agonisti (composti che attivano recettori della serotonina).

Lo sviluppo di trattamenti con targeting recettori 5-HT  potrebbe rappresentare una prospettiva entusiasmante per regolare la risposta immunitaria nell’artrite reumatoide e aprire nuove prospettive per migliorare le opzioni terapeutiche per i pazienti.

I ricercatori hanno confrontato gli effetti di CIA in topi normali con quelli in topi geneticamente allevati con una carenza di triptofano idrossilasi-1, un enzima chiave necessario per la produzione di serotonina nei tessuti periferici.

I ricercatori hanno trovato che sia il numero che l’attività degli osteoclasti erano più elevati nei topi 5-HT-carenti con artrite. Inoltre, più riassorbimento osseo è stato rilevato sia alle articolazioni colpite che in siti remoti.

La recente scoperta di due nuovi sottoinsiemi di linfociti T CD4 + ha portato ad un cambiamento di paradigma nella comprensione di come le risposte autoimmuni sono entrambi mediate e regolate. Uno di questi sottoinsiemi di cellule CD4 + T helper 17 (Th17) linfociti, è una cellula effettrice chiave in modelli di roditori di malattie umane, tra cui l’artrite collagene, encefalomielite autoimmune sperimentale (EAE) e un modello di sclerosi multipla. Un secondo sottoinsieme di linfociti CD4 + T, chiamato T regolatorie (T reg)  ) è essenziale per la tolleranza immunologica dominante. Sorprendentemente, sia Th17 che le cellule T reg   sono in grado di svilupparsi da ingenui precursori delle cellule T CD4 + sotto l’influenza delle stesse citochine e fattore di crescita trasformante β1 (TGFβ1) ).

Successivi esperimenti che hanno utilizzato colture cellulari, hanno dimostrato che l’equilibrio tra le cellule Th17 / Treg potrebbe essere normalizzato con l’aggiunta di 5-HT e 5-HT agonisti dei recettori, rivelando un ruolo regolatore diretto della serotonina nell’artrite reumatoide. Questi dati suggeriscono un nuovo bersaglio terapeutico che potrebbe essere importante per questa malattia invalidante.
 
Nella metodologia Pneisystem riveste un ruolo primario lo studio e la risoluzione dell’infiammazione cronica “silente”, causa ormai nota, come evidenziato anche nella presente ricerca, di danni significativi a tessuti ed organi, oltre ad essere implicata in diversi processi patologici, tra cui tumorigenesi, malattie infiammatorie intestinali, artrite e shock settico, segnali manifesti di alti livelli di infiammazione non controllata.


www.mariacorgna.it