|

martedì 9 febbraio 2016

Frutta e verdura: quale è meglio?

3 studi prospettici, 24 anni di osservazione

NUTRIZIONE
imm4E’ stato condotto uno studio scientifico per determinare quali tipi di frutta e verdura siano migliori nel prevenire l’aumento di peso nel tempo. 
Mangiare cibi ad alto contenuto di alcuni flavonoidi può aiutare a prevenire l'aumento di peso nel tempo per gli adulti, questi in estrema sintesi i risultati pubblicati su BMJ.

I ricercatori hanno esaminato sette sottoclassi flavonoidi: flavanoni, antocianine, flavan-3-oli, proantocianidine, polimeri di flavonoidi, flavonoli e flavoni.
Dei diversi tipi di flavonoidi, le classi associate con un migliore mantenimento del peso erano i flavonoli, gli antociani, e i polimeri flavonoidi.

La frutta come mele, pere e bacche rosse rappresentano le principali fonti di flavonoidi, ma possono anche essere assunti in alcune verdure come i peperoni rossi.

Oltre 124.000 uomini e donne negli Stati Uniti sono stati seguiti per un massimo di 24 anni, in 3 studi prospettici: il Nurses 'Health Study (NHS), Nurses' Health Study II (NHSII), e Health Professionals Follow-up Study (HPFS).

I partecipanti erano di età compresa tra 27 e 65 anni e provenivano da tutti i 50 stati degli Stati Uniti; hanno auto-riferito il loro peso, le abitudini di vita, e le diagnosi mediche recenti ogni 2 anni tra il 1986 e il 2011. Essi hanno inoltre documentato la loro dieta ogni 4 anni utilizzando questionari di frequenza alimentare semiquantitativi (FFQs) validati.

I risultati sono stati aggiustati per i fattori dello stile di vita legati alla variazione di peso, tra cui l'attività fisica, guardare la TV, e 17 fattori dietetici, come l'assunzione di bevande zuccherate, cibi fritti, alcool, caffeina, cereali integrali e carni trasformate.
I risultati hanno mostrato che su un periodo di 4 anni, le donne hanno guadagnato una media da 1.3 Kg (NHS) a 2 Kg (NHSII), e gli uomini hanno guadagnato una media di 1 Kg (HPFS).
I risultati - aggiustati per fattori di stile di vita - hanno suggerito che le persone che mangiavano più cibi da specifiche sottoclassi di flavonoidi avvertivano meno l'aumento di peso nel corso del tempo.

Si è valutata anche l'assunzione di fibre: i risultati sono rimasti significativi per antociani, proantocianidine, e polimeri flavonoidi totali ma hanno perso significato per le altre sottoclassi.
Ogni aumento di deviazione standard di assunzione giornaliera era legato a 0,07 a 0,1 kg in meno  guadagnati in 4 anni. Una porzione al giorno di molti frutti spesso offre molti flavonoidi: mangiare solo una mezza tazza di mirtilli al giorno aumenterebbe il consumo di antocianine di 12 deviazioni standard.

Dopo che si è valutata anche l'assunzione di fibre, i risultati sono rimasti significativi per antociani, proantocianidine e polimeri flavonoidi totali ma hanno perso significato per le altre sottoclassi.
Gli alimenti ricchi di antociani includono frutta rosso scuro come more, uva rossa, lamponi, ciliegie, mirtilli e fragole. Gli  ultimi due frutti hanno anche un alto contenuto di polimeri dei flavonoidi, come li ha il tè, le noci e le mele. Il tè è anche ricco di flavonoli, insieme con le cipolle e alcuni tipi di fagioli.


 
Autori: M L Bertoia, EB Rimm, K J Mukamal, FB Hu, WC Willett, A Cassidy
Fonte: BMJ 2016;352:i17
Link della fonte: http://www.bmj.com/content/352/bmj.i17