|

martedì 9 febbraio 2021

Probiotici, prebiotici e dieta durante la pandemia COVID-19

Potenziare il microbiota

NUTRIZIONE
Immagine alimentiI pazienti con il COVID-19 causato da SARS-CoV-2 mostrano diverse manifestazioni cliniche con gravità differenti, incluso il coinvolgimento enterico.
 
I batteri intestinali possono contribuire alla difesa contro potenziali patogeni, promuovendo interazioni immunitarie benefiche. Gli interventi mirati al microbioma intestinale possono avere effetti antivirali sistemici anche nell'infezione da SARS-CoV-2?
 
Alterazioni del microbiota intestinale nei pazienti con COVID-19

È stata appena pubblicata una revisione della letteratura su SARS-CoV-2, COVID-19, microbioma intestinale e immunità. In sintesi, l’infezione da SARS-CoV-2 ha perturbato l'integrità del microbioma intestinale e tale perturbazione è risultata associata alla gravità della malattia.
 
I soggetti con comorbilità sottostanti che avevano una maggiore permeabilità intestinale e una ridotta diversità del microbioma intestinale hanno avuto una prognosi più scarsa.
 
I microbi alimentari, compresi i probiotici o prebiotici, hanno avuto effetti antivirali contro altre forme di coronavirus e potrebbero avere un impatto positivo sulle funzioni immunitarie dell'ospite durante l'infezione da SARS-CoV-2.
 
Numerosi studi stanno analizzando il ruolo dei probiotici nel prevenire e ridurre la suscettibilità all'infezione da SARS-CoV-2 negli operatori sanitari, nei contatti familiari e nei pazienti affetti. Un approccio per rafforzare la barriera intestinale e abbassare gli stati pro-infiammatori è quella di adottare una dieta più diversificata durante la pandemia COVID-19.
 
Significato clinico

L'infezione da SARS-CoV-2 è associata a disfunzione immunitaria e alterazioni del microbiota intestinale. Anche se abbiamo il vaccino, probiotici, prebiotici e dieta potrebbero rappresentare una opportunità per la scoperta di terapie microbiche per prevenire e trattare COVID-19.
 

Author:Jielun Hu, Lin Zhang, Winnie Lin et al.

Source:Trends Food Sci Technol. 2021 Feb;108:187-196. doi: 10.1016/j.tifs.2020.12.009.