|

domenica 9 dicembre 2012

Rallentamento metabolico: la composizione della dieta non incide sulla spesa energetica

La riduzione del peso corporeo può determinare un abbassamento adattativo della spesa energetica a riposo. Tuttavia rimane poco chiaro se la composizione della dieta possa influire sull’entità di questa variazione del metabolismo.

NUTRIZIONE
consumo energetico a riposo

Nel presente studio i ricercatori del Pennington Biomedical Research Center Baton Rouge hanno testato l’ipotesi che la riduzione del metabolismo basale dipenda dalla composizione in micronutrienti dell’alimentazione durante il programma terapeutico.

L’analisi ha utilizzato i dati provenienti dallo studio Prevention of Obesity Using Novel Dietary Strategies (POUNDS) LOST, un trial prospettico controllato in cui oltre 800 individui obesi venivano randomizzati al consumo di regimi alimentari contenenti distinte percentuali di grassi, proteine e carboidrati.

Gli autori hanno registrato la spesa energetica a riposo dei partecipanti veniva all’inizio dello studio e dopo 6 e 24 mesi di trattamento. I ricercatori hanno quindi osservato il tasso metabolico basale si riduceva a distanza di sei mesi di 99.5 ± 8.0 kcal/die e 55.2 ± 10.6 kcal/die negli uomini e nelle donne, rispettivamente.

Questo declino correlava con l’entità della riduzione del peso corporeo ma non vi erano differenze significativa tra i tre regimi alimentari. Dopo 24 mesi il metabolismo basale tornava ai valori iniziali nonostante il peso corporeo fosse del 60% inferiore rispetto al valore iniziale.

Secondo gli autori la spesa energetica a riposo si ridurrebbe significativamente dopo la perdita di peso, ma questa variazione non correla con la composizione della dieta. Tra le possibili cause di questa risposta vi sarebbe un meccanismo di termogenesi adattativa, tuttavia questo era evidente a sei mesi dall’inizio dello studio e non a 24 mesi.

Source:Lilian de Jonge, George A. Bray, Steven R. Smith et al. Effect of Diet Composition and Weight Loss on Resting Energy Expenditure in the POUNDS LOST Study Obesity (2012)