|

martedý 10 febbraio 2015

Farmaco per i disordini alimentari psicogeni!?

La Food and Drug Administration ha ampliato gli usi giÓ approvati della lisdesamfetamina dimesilato (Vyvanse) per il trattamento del binge-eating (anoressia, bulimia e obesitÓ da iperalimentazione) negli adulti.

SALUTE PSICOLOGICA
farmaci

Una bella novità, ma da “prendere con le pinze”! Il farmaco è il primo approvato dalla FDA per il trattamento dei disordini alimentari psicogeni, ha specificato Mitchell Mathis, (Division of Psychiatry Products, FDA’s Center for Drug Evaluation and Research, Rockville, Maryland) "L'approvazione di Vyvanse fornisce a medici e pazienti un'opzione efficace per contribuire a contenere gli episodi di binge eating."

L'efficacia di Vyvanse nel trattamento del binge-eating è stata dimostrata in due studi clinici, che includevano 724 adulti con binge-eating di grado moderato-grave. Negli studi, i partecipanti che assumevano Vyvanse hanno sperimentato una diminuzione del numero di giorni di binge eating a settimana e hanno avuto un minor numero di episodi ossessivo-compulsivi rispetto a quelli che assumevano un placebo. Vyvanse viene erogato con una Medication Guide per i pazienti, che fornisce importanti informazioni sull'uso e sui rischi del farmaco.

L’approvazione dell’FDA ridona, dunque, una speranza di guarigione ai molti pazienti con disordini alimentari ossessivo-compulsivi, ma i possibili effetti collaterali segnalati sono molti e gravi, anche se non verificati negli studi clinici ricordati. La prescrizione medica è, senza meno, obbligatoria.

Fonte:

http://www.fda.gov/newsevents/newsroom/pressannouncements/ucm432543.htm 
FDA expands uses of Vyvanse to treat binge-eating disorder