|

martedý 10 aprile 2012

Tisane e integratori alimentari nel mirino

Bocciati dalla Commissione per la dietetica e nutrizione del ministero della Salute, tisane e integratori alimentari a base vegetale.

NUTRIZIONE
tisana

La Commissione unica per la dietetica e la nutrizione ha pubblicato un documento per l'uso di prodotti naturali come tisane ed integratori alimentari da parte dei gruppi più vulnerabili della popolazione come bambini e donne in gravidanza o durante l'allattamento. 

 

Nel documento si sottolinea, in estrema sintesi, che questi prodotti, possono favorire fisiologicamente le funzioni dell'organismo, ma non curare. L'origine naturale di questi prodotti non è garanzia di sicurezza, sottolinea la commissione, di fatto alcuni estratti vegetali presenti nei prodotti naturali potrebbe provocare interazioni pericolose.

 

Inoltre il consumo di un prodotto di derivazione vegetale, come complemento della dieta, soprattutto se concomitante all'assunzione di farmaci, “può innescare nell'organismo una serie di reazioni” che possono portare a effetti indesiderati.

 

Dunque è necessario consultare il medico o il pediatra e tale avvertenza andrebbe riportata in etichetta a completare l’elenco degli ingredienti che va attentamente valutato quando si desidera eventualmente “mantenere e ottimizzare il benessere senza alcuna finalità di cura” conclude il Ministero. I colleghi che ne prescrivono sono dunque allertati a istruire in proposito i propri pazienti e a informarsi loro stessi prima della prescrizione.

 

Fonte: Ministero della Salute online http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1717_allegato.pdf Tisane ed integratori alimentari, indicazioni per il corretto utilizzo  -           26 marzo 2012