|

martedì 10 maggio 2016

Correre allena la memoria. 2

Negli ultimi anni numerose ricerche hanno confermato che le persone anziane che fanno un po' di moto hanno una minore probabilità di andare incontro a problemi mentali e cognitivi, demenze comprese.

LIFE STYLE
imm2Una ricerca di qualche anno fa, per esempio, aveva seguito per 5 anni 4.615 anziani canadesi in buona salute, mostrando il valore protettivo dell'attività fisica regolare.
 
Pochi anni dopo l'Honolulu-Asia Aging Study, ha monitorato per più di dieci anni migliaia di anziani residenti alle Hawaii e ha quantificato così il risultato: chi faceva a piedi più di tre chilometri al giorno aveva un rischio di sviluppare demenza inferiore agli altri del 40%.
 
Dall’Università del Kentucky arrivano altre ipotesi: fare movimento potrebbe 'rallentare' l'Alzheimer.
 
Il risultato di questa ricerca va nella stessa direzione di uno studio analogo tedesco su persone fra i 60 e i 77 anni. Dopo un programma di esercizi in palestra durato tre mesi, i pazienti hanno registrato un netto miglioramento della memoria.
 
La segnalazione dai sistemi strutturali (muscolare, connettivale, scheletrico e adiposo) ai sistemi endocrino-metabolici e immunitari e al metasistema cervello-psiche, è ampiamente documentata e si arricchisce di giorno in giorno.
 
Lo dimostra il ruolo di molecole di derivazione ossea che hanno effetti positivi sull’insulina e sul testosterone; e il ruolo dei cannabinoidi che, prodotti dal cervello in corso di attività muscolare, hanno effetti regolatori positivi sull’umore.
 
E’ quindi plausibile che l’attività fisica sia un potente regolatore del network Pnei umano.
 
Il movimento/la danza sono uno dei pilastri della salute della metodologia Pneisystem, diagnosi integrata e terapie sistemiche. Per scoprire gli altri strumenti terapeutici fondamentali in un approccio moderno e sistemico del paziente, è in programma il corso base di Roma (13/14/15 maggio) tenuto dalla prof.ssa Maria Corgna. Diventa anche tu un professionista della salute 2.0.
 
Maggiori info su www.pnei4u.comwww.mariacorgna.itwww.pneisystem.com