|

mercoledì 11 giugno 2014

Dieta mediterranea, ecco come protegge dall’aterosclerosi

Nuove evidenze dallo studio PREDIMED sottolineano il ruolo dell’olio di oliva nella prevenzione delle patologie cardiovascolari.

NUTRIZIONE
olio extravergine aterosclerosi

La dieta mediterranea, si sa, rappresenta l’approccio alimentare più raccomandato per mantenere un’alimentazione equilibrata e per evitare l’insorgenza di diverse complicazioni della salute potenzialmente associate al cibo. Il consumo di una tale dieta è infatti notoriamente associate ad un rischio inferiore di sviluppare diverse condizioni patologiche a carico del sistema cardiovascoare.

Nuovi dati dallo studio internazionale PREDIMED ora svelano con chiarezza quale elemento di questa dieta è maggiormente responsabile della protezione contro l’aterosclerosi.

Una sottoanalisi dello studio ha infatti rivelato che la supplementazione extra di olio di oliva extravergine ad una dieta di tipo mediterraneo determinava una significativa regressione del volume delle pareti dei vasi carotidei rispetto a quanto osservato in soggetti controllo che consumavano una dieta povera in grassi saturi.

Questi risultati, ottenuti attraverso lo studio di risonanza magnetica delle strutture vascolari  sono stati presentati all’incontro European Atherosclerosis Society 2014 Congress (EAS 2014) tenutosi recentemente a Madrid e sostanzialmente non fanno altro che confermare le conclusioni di un precedente studio incentrato sull’impatto della dieta sullo spessore dei vasi carotidei.

Lo studio ha infine analizzato il contenuto delle placche aterosclerotiche e valutato l’impatto della dieta sulla loro composizione. Con sorpresa, i ricercatori non hanno osservato alcuna variazione significativa nel contenuto di lipidi nella placca, in contrasto con l’assunzione che il consumo della dieta mediterranea avrebbe determinato un passaggio da una natura prevalentemente lipidica ad una fibrosa.

Le variazioni osservate nello spessore della placca, tuttavia, sarebbero più che sufficienti per riconoscere l’impatto decisamente benefico del consumo di olio di olive extravergine sul rischio di patologie cardiovascolari.

Source:European Atherosclerosis Society 2014 Congress (EAS 2014)