|

martedì 11 ottobre 2011

Obesità come dipendenza da cibo

L’obesità più resistente ai trattamenti restrittivi potrebbe essere associata a una dipendenza da cibo, specie se si tratta di alimenti dolci e ricchi di grassi

cibo

L’obesità più resistente ai trattamenti restrittivi potrebbe essere associata a una dipendenza da cibo, specie se si tratta di alimenti dolci e ricchi di grassi.

 

Questo è quanto è stato dimostrato nella sostanza, studiando un campione di adulti obesi (età 25-45 anni), e valutando tre settori rilevanti per la caratterizzazione dei tradizionali disturbi sostanza-dipendenza: clinica comorbidità, fattori di rischio psicologici e motivazione alterata per la sostanza che crea dipendenza.

 

Si è potuto così dimostrare che coloro che hanno incontrato i criteri diagnostici per la dipendenza da sostanza (FA food addiction) mostravano una significativa comorbità con BED (Binge Eating Disorder), depressione e disturbi da deficit di attenzione rispetto alle controparti equivalenti in età e peso.

Inoltre, rispetto ai controlli obesi, i soggetti con FA, mostravano un maggiore desiderio di cibo e la tendenza ad “auto-lesionismo” con il cibo.

 

Questi risultati sono importanti per l’identificazione di sottotipi clinicamente rilevanti di obesità legata ai fattori di rischio ambientale, e utili per realizzare programmi terapeutici mirati che tengano conto del substrato psicologico.

 

Fonti

Evidence that 'food addiction' is a valid phenotype of obesity.

Source:Appetite. 2011 Sep 3;57(3):711-717. [Epub ahead of print]