|

martedý 11 novembre 2014

Cacao e rischio cardiovascolare

Sono le diverse quote di flavonoidi del cacao, le componenti veramente benefiche per le funzioni cardiovascolari.

NUTRIZIONE
cacao

Secondo uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato, 20 volontari sani sono stati assegnati a ricevere cinque trattamenti diversi nei quali si includeva l’assunzione giornaliera di 10 g di cacao (0, 80, 200, 500 e 800 flavonoidi mg/die) in cinque periodi di durata pari ad 1 settimana ciascuno. Si è così evidenziato sostanzialmente che la dilatazione vascolare mediata dal flusso aumentava del 6,2% (controllo) fino a 7,3, 7,6, 8,1 e 8,2% dopo le diverse dosi di flavonoidi somministrate col cacao. E lo stesso avveniva per la diminuzione della velocità del polso e per la diminuzione della pressione arteriosa. Questi risultati, secondo gli autori, oltre ad essere i primi in quest’ambito di sperimentazione, suggeriscono che il cacao, con un apporto calorico ridotto, potrebbe essere ragionevolmente incluso in un approccio dietetico nella prevenzione del rischio cardiovascolare.

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25380152 
J Hypertens. 2014 Nov 6. [Epub ahead of print]
Cocoa consumption dose-dependently improves flow-mediated dilation and arterial stiffness decreasing blood pressure in healthy individuals.