|

marted́ 12 giugno 2018

Obesità metabolicamente sana, non esiste

Il rischio cardiovascolare resta!

PATOLOGIA
imm4Le donne obese e metabolicamente in buona salute hanno comunque un rischio di sviluppare malattie cardiovascolari più alto rispetto a quelle di peso normale, secondo uno studio osservazionale pubblicato su The Lancet Diabetes & Endocrinology.

I risultati indicano che l'obesità è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, indipendentemente dal fatto che si sviluppi o meno il diabete.

I ricercatori hanno esaminato l'associazione tra obesità e malattie cardiovascolari in 90.257 donne (inizialmente prive di malattie cardiovascolari) dallo studio sulla salute degli infermieri (Nurse’s Health Study- NHS). Le partecipanti sono state divise in gruppi per categoria BMI, salute metabolica (definita come assenza di diabete, ipertensione e colesterolo alto), e seguite per ben 30 anni tra il 1980 e il 2010. L’indice di massa corporea e lo stato di salute, il comportamento sanitario e la storia medica è stata verificata ogni 2 anni tramite questionari.

Durante un follow-up medio di 24 anni, sono stati registrati 6.306 nuovi casi di malattia cardiovascolare, inclusi 3.304 infarti e 3.080 ictus.

Il rischio di malattia cardiovascolare era particolarmente alto in tutte le donne metabolicamente non sane, indipendentemente dal loro indice di massa corporea.

Le donne con peso normale metabolicamente non sane avevano una maggiore probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari, ma quelle con obesità metabolicamente sana erano anche loro a più alto rischio di malattie cardiovascolari (rischio 39% più alto).

È importante sottolineare che la maggior parte delle donne che erano inizialmente obese e sane (84%) e circa due terzi (68%) delle donne metabolicamente sane con un peso normale, si sono convertite in fenotipi insalubri nei 20 anni.

Le donne che hanno mantenuto un’obesità metabolicamente sana durante il follow-up erano ancora ad un rischio più elevato di malattia cardiovascolare (57%) rispetto alle donne con peso normale sano stabile, ma questo rischio era inferiore a quello iniziale delle donne metabolicamente sane che si sono convertite in un fenotipo malsano.

Anche quando la salute metabolica viene mantenuta per lunghi periodi di tempo, l'obesità rimane un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. Tuttavia, i rischi sono più alti per le donne metabolicamente non sane in tutte le categorie di BMI.

Per concludere, obesità e sovrappeso giocano un ruolo pesante sulla salute, a tutte le età. Il ruolo del nutrizionista oggi è quanto mai fondamentale, e le azioni di informazione e sensibilizzazione per la popolazione indispensabili.
 

Autori: Eckel, Nathalie et al.
Fonte: The Lancet Diabetes & Endocrinology , Volume 0 , Issue 0. DOI: https://doi.org/10.1016/S2213-8587(18)30137-2
Link della fonte: https://www.thelancet.com/journals/landia/article/PIIS2213-8587(18)30137-2/fulltext
 
Dietosystem, da sempre a fianco dei nutrizionisti italiani, vi propone la Suite Nutrizionale, il software che fa da cassetta degli attrezzi per il professionista della nutrizione. 
La Suite coniuga l’analisi alimentare, l’analisi della composizione corporea e la plicometria per arrivare al trattamento dietetico super personalizzato.