|

martedý 12 luglio 2016

La pastasciutta non ingrassa

La notizia nutrizionale della settimana: la pasta non fa ingrassare! Dati italiani associano il consumo di pasta con la riduzione delle misure antropometriche.

NUTRIZIONE
imm3La pasta è la componente tradizionale della dieta mediterranea: è economica, nutriente e... appetitosa!

Un gruppo di ricercatori italiani ha indagato l'associazione tra assunzione di pasta e indice di massa corporea (BMI) e il rapporto vita-fianchi in 14402 partecipanti di età maggiore o uguale a 35 anni casualmente reclutati dalla popolazione generale della regione Molise (coorte Moli-sani) e 8964 partecipanti di età > 18 anni provenienti da tutta Italia (italiano Nutrition & Health Survey , INHES).

Lo studio, condotto dal Dipartimento di Epidemiologia dell'Irccs Neuromed di Pozzilli, rende giustizia a questo elemento fondamentale della dieta mediterranea, mostrando come il consumo di pasta è in realtà associato a una ridotta probabilità di obesità, sia generale che addominale.
L’anamnesi alimentare dei partecipanti è stata condotta tramite questionario di frequenza e un diario alimentare.
La maggiore assunzione di pasta è stata associata con una migliore aderenza al modello mediterraneo di dieta in entrambi i sessi.

Come componente tradizionale del Mediterraneo, il consumo di pasta era negativamente associato con il BMI, circonferenza vita e il rapporto vita-fianchi e con una minore prevalenza di sovrappeso e obesità.

La rivincita di spaghetti, mezze maniche e rigatoni sui chili di troppo!

"Analizzando i dati antropometrici dei partecipanti e le loro abitudini alimentari - spiega George Pounis, primo autore del lavoro - si è visto che il consumo di pasta, contrariamente a quanto molti pensano, non è associato ad un aumento del peso corporeo, ma piuttosto è il contrario. I nostri dati mostrano che godersi un piatto di pasta,  in base alle esigenze individuali, contribuisce a un indice di massa corporea sano, a una circonferenza della vita ridotta e a un migliore rapporto vita-fianchi". Insomma, la pancetta non è colpa della passione per spaghetti & co.

Insomma, la dieta mediterranea, consumata con moderazione e rispettando la varietà di tutti gli elementi (pasta, in primo luogo), fa bene alla salute.

Leggi anche l’articolo a proposito pubblicato su Nutri&Previeni


 
Autori: G Pounis, A Di Castelnuovo, S Costanzo, M Persichillo, M Bonaccio, A Bonanni, C Cerletti, M B Donati, G de Gaetano and L Iacoviello on behalf of the Moli-sani and INHES investigators
Fonte: Nutrition & Diabetes (2016) 6, e218; doi:10.1038/nutd.2016.20
Link della fonte: http://www.nature.com/nutd/journal/v6/n7/full/nutd201620a.html