|

martedì 13 febbraio 2018

Dieta x2

Effetto a catena

NUTRIZIONE
imm1Così come pare che il matrimonio faccia ingrassare, è anche vero che per le coppie sposate, quando un coniuge partecipa al trattamento per perdere peso, anche il coniuge non trattato potrebbe dimagrire, con un effetto a catena.

Lo riporta uno studio americano in cui 130 pazienti in coppia sono stati randomizzati o a una dieta controllata (n = 65) o a gruppo di controllo, ovvero questi ultimi hanno ricevuto una dispensa di 4 pagine con informazioni sulla sana alimentazione , l’esercizio fisico e le strategie di controllo del peso (ad esempio una dieta a basso contenuto calorico, a basso contenuto di grassi e il controllo delle porzioni), ma sono stati lasciati a cercare di perdere peso da soli (n = 65). Tutti i partecipanti sono stati valutati a 0, 3 e 6 mesi. I criteri di inclusione erano:

- età ≥ 25 anni
- BMI da 27 a 40 kg / m2 (≥ 25 kg / m2 per i partners non trattati)
- nessuna controindicazione alla perdita di peso.

I rispettivi conviventi non hanno ricevuto cure.

Eppure, i coniugi non trattati hanno perso peso a 3 mesi e 6 mesi senza differenza se il partner fosse trattato con la dieta o si autogestisse le scelte alimentari.

Complessivamente, il 32,0% dei coniugi non trattati ha perso ≥ 3% del peso corporeo iniziale in 6 mesi!

Il peso basale era significativamente correlato all'interno delle coppie (r = 0,26; P <0,01) come lo erano le pendenze delle curve di perdita di peso (r = 0,52; P <0,001).

Questo studio suggerisce che il peso e il cambiamento di peso all'interno delle coppie conviventi è altamente interdipendente e i programmi che stimolano salute e benessere hanno effetti che vanno oltre l'individuo trattato: quando una persona cambia il suo comportamento, le persone intorno a lui cambiano.

Le linee guida AHA / ACC / TOS 2013 per la gestione del sovrappeso e dell'obesità negli adulti (Circ. 2014, 129: S102-S38) raccomandano una perdita di peso del 3% per ottenere benefici misurabili sulla salute e in entrambe le condizioni questo criterio è stato raggiunto nel 32% dei coniugi non trattati.

Questo studio parla dell'effetto a catena nelle coppie conviventi ma probabilmente lo stesso effetto potrebbe essere visto nei bambini (figli) che sono meno indipendenti sia nell’acquisto che nella preparazione del cibo.

È sempre vero che i pazienti sono più complianti nella gestione del peso quando hanno persone di sostegno intorno a loro, che si tratti di un loro coniuge, partner, familiari o anche amici e colleghi.

 
Autori: AA. Gorin, EM. Lenz, T Cornelius,T Huedo-Medina, AC. Wojtanowski, GD. Fost
Fonte: Obesity. doi:10.1002/oby.22098
Link della fonte: http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/oby.22098/full
 
Dietosystem, da sempre a fianco dei nutrizionisti italiani, vi propone la Suite Nutrizionale, il software che fa da cassetta degli attrezzi per il professionista della nutrizione. 

La Suite coniuga l’analisi alimentare, l’analisi della composizione corporea e la plicometria per arrivare al trattamento dietetico super personalizzato.

La suite nutrizionale è disponibile anche pay4use, guarda qui di cosa si tratta!