|

martedì 13 luglio 2021

Proteine prima di dormire?

Uno studio cross-over controllato randomizzato

LIFE STYLE
Immagine sonnoLe persone che hanno problemi di sonno possono trarre beneficio dai nutrienti che supportano il metabolismo della serotonina e la riduzione dello stress. 
Un integratore a base di latte (DP) contenente proteine, galatto-oligosaccaridi, vitamine e minerali, potrebbe migliorare la qualità del sonno, lo stress e il microbiota intestinale.

Lo studio

In un RCT cross-over (intervento di tre settimane; washout di tre settimane), gli adulti (n = 70; 30-50 anni) con disturbi del sonno (Pittsburgh Sleep Quality Index (PSQI) ≥ 9) hanno consumato l’integratore 1 h prima di andare a dormire. 
I ricercatori hanno misurato la qualità del sonno (PSQI) settimanalmente, lo stress alla linea di base e finale (Depression Anxiety Stress Scale e cortisolo salivare). 
Hanno raccolto inoltre i campioni fecali solo nel primo periodo di intervento. 
Rispetto al placebo (latte scremato), il PSQI era più basso solo al giorno 14 nel 2° periodo di intervento. 
L'analisi post-hoc tuttavia, ha mostrato una diminuzione significativa del PSQI. 
Il cortisolo nella saliva mattutina è diminuito rispetto al placebo. 
L'abbondanza relativa di Bifidobacterium è aumentata. 
L'analisi della ridondanza ha mostrato una relazione inversa tra la composizione del microbiota al basale e il PSQI al basale. 


Significato clinico

Sebbene l’effetto dell’integrazione sulla qualità del sonno (punteggio PSQI) non è stato mostrato nelle analisi primarie, alcuni partecipanti (n = 17) hanno mostrato miglioramenti spontanei nella qualità del sonno. Eliminando queste persone (modPP), il presente studio ha mostrato un effetto benefico della DP rispetto al placebo sulla qualità del sonno dopo 14 giorni di intervento. 
Nonostante i bassi livelli di stress della maggior parte dei partecipanti, l’integratore ha anche ridotto il cortisolo nella saliva mattutina rispetto al placebo. I bifidobatteri sono aumentati solo nel caso di DP (popolazione ITT). Presi insieme, questi dati forniscono una buona indicazione che il prodotto in esame può alleviare i disturbi del sonno moderati negli adulti con un effetto massimo dopo il giorno 14.
 

Author:Anne Schaafsma, Leonard Mallee, Maartje van den Belt et al.

Source:Nutrients. 2021 giu 27;13(7):2204. doi: 10.3390/nu13072204.