|

venerdì 14 marzo 2014

Preferenze alimentari nei bambini: ecco la verità

Un recente studio identifica un contributo sia di tipo genetico sia ambientale nel determinare le preferenze alimentari da parte dei bambini. I due fattori influenzano diversamente le preferenze verso il cibo.

NUTRIZIONE
preferenze alimentari bambini

Dove nascono le preferenze, e soprattutto i rifiuti, in materia di cibo da parte dei bambini? Si può parlare di un contributo genetico a questo comportamento, oppure l’ambiente familiare rappresenta il fattore prevalente nel condizionare le abitudini alimentari in età pediatrica?

Secondo un recente studio inglese condotto presso l’University College London entrambe le situazioni sarebbero realistiche e contribuirebbero in modo distinto nel guidare le preferenze verso specifiche categorie di alimenti.

Questa conclusione è giunta in seguito all’analisi di un campione di coppie di gemelli nati nel 2007 dei quali erano disponibili le informazioni sulle preferenze alimentari relative a 114 cibi compilate dai genitori. In questo modo era possibile distinguere il contributo genetico dall’effetto dell’ambiente familiare condiviso nel determinare le preferenze alimentari.

I ricercatori hanno quindi potuto riscontrare che l’influenza genetica era prevalente per le categorie di alimenti più nutrienti come frutta e verdura e proteine mentre l’ambiente familiare condiviso costituiva un fattore di maggior peso per quanto riguarda la tendenza al consumo di snack, carboidrati e latticini.

Queste osservazioni supporterebbero la visione da parte dei medici secondo la quale l’ambiente familiare sarebbe il principale determinante nell’influenzare le preferenze alimentari dei bambini verso cibi ad elevato contenuto energetico implicati nella predisposizione allo sviluppo dell’obesità infantile.

Allo stesso tempo l’analisi ha identificato l’esistenza di un contributo innato capace di influenzare le preferenze dei bambini per i cibi a più elevato valore nutrizionale, tipicamente oggetto degli sforzi educativo da parte dei genitori.

Source:Alison Fildes, Cornelia HM van Jaarsveld, Clare H Llewellyn et al. Nature and nurture in children's food preferences Am J Clin Nutr April 2014