|

martedì 14 maggio 2013

La mediterranea batte l’occidentale

La qualità della vita appare influenzata dal modello alimentare abituale e il modello mediterraneo vince, a pieni voti, sul modello occidentale.

NUTRIZIONE
mediterranea

Nell’ambito del progetto SUN (Seguimiento Universidad de Navarra) sono state valutate  le abitudini alimentari dei 11.128 partecipanti tramite  un’analisi fattoriale dei dati ottenuti con un questionario FFQ già validato (Survey SF-36 Health) e con un follow-up di 4 anni.

Sono stati così identificati due modelli alimentari principali: il modello “occidentale” (dieta ricca di carni rosse, dolci elaborati e fast-food) e il "modello Mediterraneo" (elevato contenuto di frutta, verdura e olio d'oliva). Dopo aggiustamento per i fattori confondenti, il modello alimentare occidentale è stato associato con la qualità della vita in tutti i domini con una variazione percepita da -0.8 (per la salute mentale) a -3.5 (per la vitalità fisica). 

Al contrario, il modello Mediterraneo è stato associato con una migliore qualità con differenze che variavano da 1,3 (per le funzioni fisiche) a +3,4 (per la vitalità). Dunque gli autori ritengono che, nella coorte del progetto SUN, il miglioramento della qualità auto-percepita della vita, dopo 4 anni di follow-up, sia da attribuire alla stretta adesione al modello alimentare Mediterraneo.

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23658694
PLoS One. 2013 May 1;8(5):e61490. doi: 10.1371/journal.pone.0061490. Print 2013.
Empirically Derived Dietary Patterns and Health-Related Quality of Life in the SUN Project.