|

martedý 14 luglio 2015

Dieta mediterranea, amica per la pelle

SeveritÓ della psoriasi e alimentazione

NUTRIZIONE
imm4Si tratta di uno studio osservazionale trasversale caso-controllo. Sessantadue pazienti (49 maschi e 13 femmine, età media: 50.2 ± 10.5 anni) affetti da psoriasi di grado da lieve a grave sono stati arruolati consecutivamente e confrontati con un gruppo di controllo composto da 62 soggetti sani mecchati per età, sesso, indice di massa corporea (BMI).

Per valutare l’aderenza alla dieta mediterranea si è usato il questionario convalidato da 14-item (PREDIMED: prevención con dieta mediterranea).

La composizione corporea è stata analizzata con l’impedenza bioelettrica.

La gravità della psoriasi è stata valutata tramite l’indice standardizzato PASI (Psoriasis Area and Severity Index) e i livelli di proteina C-reattiva (CRP).

Una percentuale più elevata di pazienti psoriasici ha avuto un punteggio PREDIMED inferiore rispetto al gruppo di controllo (30,6% vs 4,8%). Il punteggio PASI era significativamente associato con la percentuale di massa grassa (FM%) e i livelli di CRP. Entrambi i parametri erano significativamente associati con i componenti della dieta.

All'analisi di regressione multipla, il principale fattore predittivo del punteggio PASI era FM tra parametri BIA, e il punteggio PREDIMED.

Infine, tra tutte le voci del questionario PREDIMED, il consumo di olio extra vergine di oliva e il consumo di pesce hanno un valore predittivo indipendente per la gravità della psoriasi.

Questo è il primo studio per valutare l'associazione tra aderenza alla dieta mediterranea e la gravità della psoriasi. Una delle domande più frequenti poste dai pazienti affetti da psoriasi è se i cambiamenti nella dieta possono migliorare la loro malattia, e la loro qualità della vita. Nonostante il fatto che l'alimentazione potrebbe essere considerata uno strumento aggiuntivo per il trattamento della psoriasi, non esistono linee guida nazionali o internazionali che raccomandano una dieta adeguata per tali pazienti.

Con la crescente consapevolezza che la psoriasi è associata a malattie cardiovascolari e sindrome metabolica, i pazienti possono cercare di migliorare la dieta per prevenire queste comorbidità adottando un modello alimentare mediterraneo ricco di olio ev, frutta, verdura, pesce, pollo e cereali integrali, come terapia adiuvante economica e sicura.

Inoltre, lo studio evidenzia l'utilità della valutazione della composizione corporea mediante BIA nella valutazione dei pazienti psoriasici.

Sono necessarie ulteriori ricerche su un campione più numeroso per chiarire il ruolo individuale dei nutrienti nella dieta della gravità della psoriasi, soprattutto per quanto riguarda le naturali proprietà anti-infiammatorie di olecanthal.

I nutrizionisti dovrebbero svolgere un ruolo centrale nella valutazione e gestione dei pazienti psoriasici.

Autori: Barrea L, Balato N, Di Somma C et al.

Fonte: J Transl Med. 2015 Jan 27;13:18.

Link della fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25622660