|

venerdì 15 luglio 2011

L'importanza della colazione nei bambini

Il "salto" della colazione è un abitudine comunemente diffusa tra bambini e adolescenti e sembra contribuire ad un maggior rischio di sviluppare disturbi metabolici

OBESITÀ INFANTILE
L'importanza della colazione nei bambini

Il sovrappeso infantile è un fenomeno in preoccupante crescita, anche nel nostro paese, e sarebbero alcune abitudini alimentari scorrette, piuttosto che il tipo dei cibi consumati, le principali cause.

Numerosi bambini saltano infatti la prima colazione, spesso su scelta dei genitori, per ragioni di controllo del peso, ma i risultati forniti da studi clinici di associazione ed epidemiologici mostrano risultati opposti.

La composizione della colazione è ovviamente importante e un pasto ideale dovrebbe contenere carboidrati complessi e cereali a basso contenuto in zuccheri e grassi.

Un recente studio condotto dai ricercatori dell’Università di Hong Kong ha analizzato l’associazione tra il consumo della colazione e il valore dell’indice di massa corporea (BMI) nei bambini in età scolare.

Oltre 113000 bambini di 9 anni sono stati seguiti valutando le loro abitudini alimentari in relazione alla crescita nel corso di due anni. In particolare, l’analisi statistica multivariata ha permesso di valutare la relazione nel tempo tra l’abitudine al consumo o meno della colazione e la variazione nel valore di BMI.

Dallo studio è emerso che i bambini e le bambine che saltano la colazione presentavano maggiore aumento del valore medio di BMI rispetto ai coetanei che consumavano regolarmente il primo pasto del giorno. Questa associazione è risultata ancora più forte per coloro abituati a saltare anche il pranzo.

Lo studio ha rivelato l’esistenza di un’associazione inaspettata ed in apparenza quasi paradossale tra l’abitudine al salto di un pasto e lo sviluppo del sovrappeso.

I risultati potrebbero essere spiegati dal fatto che l’abitudine alla colazione influenza il pattern alimentare quotidiano regolando positivamente l’assunzione calorica giornaliera totale.

Source:S P P Tin, S Y Ho, K H Mak, K L Wan and T H Lam International Journal of Obesity (2011)