|

martedì 15 novembre 2016

Dopo una dieta molto restrittiva cambiano i gusti?

Quella voglia di dolce che non passa…

NUTRIZIONE
imm3Si potrebbe cambiare la soglia e le preferenze del gusto dolce perdendo peso? Se così fosse, non amare più i dolci dopo aver seguito una dieta potrebbe aiutare a mantenere i chili persi.
Ma purtroppo non è così, ce lo rivela uno studio che ha esaminato l'impatto della perdita di peso indotta dalla dieta sulla preferenza per il gusto dolce.

I ricercatori hanno reclutato 20 pazienti adulti con indice di massa corporea ≥32 kg/m². La preferenza per il sapore dolce è stata valutata utilizzando la risposta a una scelta forzata, prima e dopo 12 settimane di una dieta a contenuto calorico molto basso contenuto (VLCD).

L'indice di massa corporea media era di 41.4. La concentrazione di saccarosio mediana preferita prima della dieta era 0,45 M. Dopo VLCD, che ha significativamente ridotto il peso di -13,3 kg (-11.3%), la concentrazione di saccarosio preferita non variava in modo significativo.  Sulla base di modelli misti con e senza aggiustamento per fattori demografici, lo stato del diabete e la storia di fumo, la concentrazione di saccarosio preferito al basale non prevedeva il cambiamento del peso corporeo a lungo termine.

Data la complessità dei potenziali meccanismi attraverso i quali la perdita di peso può modificare la percezione del gusto e la preferenza, studi futuri con una maggiore dimensione del campione, raccolta di dati sulle abitudini alimentari più completa e diversi interventi dietetici sono i benvenuti!


Autori: K. Asao, A. E. Rothberg, L. Arcori, M. Kaur, C. E. Fowler, W. H. Herman
Fonte: Obes Sci Pract 2016 Jun; 2(2): 189–195.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5069570/