|

mercoledý 17 luglio 2013

Lavoro notturno possibile fattore di rischio per il tumore mammario

Nuovo studio canadese conferma una possibile associazione tra le professioni con orario di lavoro notturno e il rischio di sviluppare il tumore della mammella.

PATOLOGIA
lavoro notturno

Le donne che svolgono professioni che prevedono turni occupazionali notturni potrebbero essere esposte a un rischio più elevati di sviluppare il tumore al seno. È questa la conclusione che giunge da un recente studio canadese condotto dai ricercatori del Queen's Cancer Research Institute in Ontario.

Perché il tumore si manifesti, tuttavia, sarebbero necessari almeno 30 anni di questo tipo di routine lavorativa, come nel caso di alcuni professioni sanitarie tra cui le infermiere. Non solo, lo studio ha anche rivelato che questo fattore di rischio aumenterebbe la probabilità di esordio e progressione della patologia nelle donne maggiormente sensibili all’azione degli ormoni sessuali. Lo studio ha analizzato la relazione tra la durata in anni dello svolgimento di professioni con orari notturni e la probabilità di sviluppare il tumore confrontando 1134 pazienti e 1179 controlli. Dall’analisi è emerso che una durata di tali professioni per 15 o meno di 30 anni non correlava con una maggiore incidenza del tumore. Diversamente, nel caso di una durata superiore a 30 anni, l’associazione con il rischio della malattia era piuttosto significativa. Alla base di questa associazione vi sarebbe, secondo gli esperti, un’alterazione fisiologica nella produzione di melatonina, dovuta appunto all’esposizione alla luce, seppur artificiale, durante la notte.

Questo constante disturbo dei ritmi biologici endogeni avrebbe così un forte impatto sui livelli di ormoni estrogeni implicati nello sviluppo e progressione della malattia. Non solo, anche il disturbo cronico del ciclo del sonno-veglia e il suo impatto sull’espressione di alcuni geni cosiddetti “orologio” e sullo stile di vita e alimentare, potrebbero essere considersti importanti fattori di rischio associati a queste professioni.

Source:Anne Grundy, Harriet Richardson, Igor Burstyn et al. Increased risk of breast cancer associated with long-term shift work in Canada Occup Environ Med doi:10.1136/oemed-2013-101482