|

martedì 17 novembre 2015

Anziani arzilli e in formissima

La sarcopenia nell’anziano si può evitare

LIFE STYLE
imm4La perdita di massa muscolare (sarcopenia) con l'invecchiamento è correlata con una progressiva perdita di forza muscolare e di capacità fisica.

Nei maschi più anziani, livelli sierici di proteina C-reattiva più elevati si accompagnano a minor forza muscolare ma non ci sono biomarker anabolici o catabolici che si dimostrino in grado di misurare la performance muscolare e quindi il “grado” di sarcopenia.

Un altro studio ha valutato l’associazione tra albumina serica e misure muscolari in 172 soggetti sani giovani (età 18-30 anni) e 271 anziani (di età compresa tra 69-81 anni).

Mentre nei giovani, l’albumina sierica era positivamente associata con la percentuale di massa magra, negli anziani  l’albumina non risultava  associata a nessuna delle misure muscolari, né alla composizione corporea.

Le contromisure significative alla sarcopenia in generale sono rappresentate dalla ginnastica e dall’integrazione proteica con proteine del latte. Le proteine, usate ad alto dosaggio,  possono costituire un sostituto di un pasto negli anziani.

Questo studio ha cercato di determinare se una supplementazione standard (12 g per porzione) di proteine ​​insieme ad  allenamento di resistenza potrebbe essere una strategia efficace per promuovere la forza muscolare e la capacità fisica di uomini sarcopenici.

Ventisei i partecipanti, randomizzati in 3 gruppi, in doppio cieco vs controllo.

I gruppi hanno tutti eseguito gli esercizi e consumato un supplemento ricco di proteine ​​(12g di proteine, 7g di aminoacidi essenziali sia dal latte (n = 8), che dalla soia (n = 8)) oppure dal latte di riso (controllo non proteico, n = 10).

I risultati hanno indicato cambiamenti nella composizione corporea con aumento significativo della massa magra in tutti i gruppi e cambiamenti nella forza muscolare, senza differenze tra i gruppi.

Questo studio indica che l'allenamento di resistenza è un modo efficace per aumentare la massa muscolare e la forza, indipendentemente dal tipo di proteina utilizzata come integratore.

Nell’anziano è difficile consigliare dosi più elevate di cibi ricchi di proteine ​​e quindi può avere senso utilizzare un integratore proteico per promuovere guadagni di massa muscolare durante l'esecuzione di esercizi di resistenza nei soggetti sarcopenici anziani.

La diminuzione del dispendio energetico a riposo (REE) e l'ossidazione dei grassi con l'invecchiamento è associato ad un aumento della massa grassa.  

La supplementazione dietetica con proteine, siano di origine vegetale che dal latte, condotta sotto lo stretto controllo di un professionista, si associa ad aumento della massa magra e in generale all’aumento del catabolismo dei trigliceridi.

Il numero esiguo di soggetti in studio non permette di differenziare i risultati di efficacia tra i gruppi, serviranno approfondimenti, anche sulla sicurezza d’uso di proteine in alte dosi negli anziani.

La strategia di sostituire un pasto (ad esempio la colazione) con proteine potrebbe essere la strada giusta per garantire una alta compliance.


Autori: Maltais ML, Perreault-Ladouceur J, Dionne IJ.
Fonte:. J Strength Cond Res. 2015 Nov 7
Link della fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26562709