|

martedì 18 giugno 2013

Per i ragazzi: pasti piccoli e frequenti

È stata condotta una metanalisi per determinare l'effetto della frequenza dei pasti sulle variazioni del peso corporeo nei bambini e negli adolescenti.

NUTRIZIONE
frequenza pasti

Sono stati considerati gli studi osservazionali originali pubblicati in lingua inglese nell’ottobre 2011, selezionati interrogando la banca dati PubMed. Sono stati inclusi nell'analisi 10 studi trasversali e uno studio caso-controllo (11 su un totale di 21) che includevano un totale di 18.849 partecipanti (di età compresa tra 2-19 anni). 

Il loro effetto combinato ha rivelato, in sostanza, che la frequenza maggiore dei pasti al confronto con quella inferiore, era associata a un effetto benefico per quanto riguarda il peso corporeo nei bambini e negli adolescenti. E tale effetto è rimasto, nel tempo, benefico nei maschi, ma non nelle femmine.In altri termini, chi mangiava molto frequentemente mostrava un peso corporeo inferiore, rispetto a chi mangiava meno frequentemente, soprattutto per i maschi. In pratica, frazionare la giornata in più pasti, piccoli e frequenti, potrebbe essere utile per controllare il peso nei ragazzi.

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23569087
Eating
 Frequency and Overweight and Obesity in Children and Adolescents: A Meta-analysis.