|

martedì 18 giugno 2019

Parkinson: stile di vita sano, qualità della vita migliore

C’è ancora molto da scoprire

LIFE STYLE
imm2Il Morbo di Parkinson (PD) è un disordine neurodegenerativo progressivo complesso correlato all'età e caratterizzato dalla presenza di corpi di Lewy contenenti alfa-sinucleina e da una perdita di neuroni dopaminergici nella substantia nigra cerebrale. 
Da anni a decenni prima della diagnosi, i sintomi possono includere stitichezza, disturbi del sonno, iposmia (perdita dell’olfatto) e ansia. 
Alla diagnosi, si definiscono i sintomi motori caratteristici della bradicinesia, così come il tremore a riposo o la rigidità.
La variabilità dei sintomi nel Morbo di Parkinson (PD) suggerisce la necessità di un trattamento personalizzato, che può essere multimodale. Un aspetto chiave della medicina di precisione è la modifica dei fattori di rischio legati allo stile di vita, sia per la prevenzione che per la gestione delle malattie croniche, comprese le altre malattie neurologiche.
 
Dieta, allenamento cognitivo, esercizio fisico e impegno sociale influenzano la salute del cervello e la qualità della vita. Data l'eterogeneità della malattia, l'assenza di misure di esito oggettivo e gli effetti confondenti del farmaco, lo studio dello stile di vita come potenziale terapia nel PD è difficile e servono osservazioni longitudinali ben progettate. 
Mentre indurre cambiamenti comportamentali a lungo termine è ovviamente una sfida, attualmente non ci sono prove sufficienti per intraprendere tali approcci di sanità pubblica nel PD per la maggior parte dei fattori legati allo stile di vita, ad eccezione dell'esercizio fisico.
La scoperta di una base di evidenze sulla potenziale modificazione dello stile di vita nella prevenzione secondaria della progressione della PD dipende da uno sforzo di ricerca molto più solido e coordinato a livello mondiale di quanto abbiamo visto fino ad oggi.
 
 
Autori: Nag N, Jelinek GA.
Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6503036/