|

martedì 18 settembre 2018

Pnei e nutrizione: la flora intestinale cambia di giorno in giorno anche con una dieta standardizzata

La PNEI, e la metodologia Pneisystem, riconoscono l’interconnessione profonda fra il microbioma intestinale – la comunità vitale di microrganismi che vive nel nostro intestino – e il nostro corpo, in particolar modo con gli alimenti che assumiamo. Per medici e scienziati, la sfida consiste nel prevedere se i cambiamenti ai microbi intestinali sono associati a malattie, dieta o entrambi – un problema complesso dovuto alla natura sempre mutevole dei batteri intestinali, al consumo di cibo e alla loro interazione.

NUTRIZIONE
imm3Gli studenti del Center for Microbiome Informatics and Therapeutics (CMIT) e del programma Health Sciences and Technology, hanno cercato di scoprire come stabilizzare il microbioma intestinale e separare gli effetti della dieta e delle malattie, permettendo così un’indagine più approfondita sul legame tra l’intestino e la salute umana.

Lo studio è stato recentemente pubblicato su Scientific Reports

Numerosi studi dimostrano l’associazione tra le composizioni di microbiomi intestinali e la dieta, ma le precise relazioni tra i singoli nutrienti e il loro effetto sulla composizione sono difficili da individuare. Lo scopo dello studio è stato quindi raggiungere un livello più alto di risoluzione rispetto agli studi del passato.

L’utilizzo di pasti frullati è comune agli ospedali di tutto il paese. Vengono spesso somministrati pasti frullati come integratore alimentare e, occasionalmente, come fonte esclusiva di nutrizione, per i pazienti che vanno dagli anziani a quelli trattati per i disturbi alimentari. I ricercatori hanno quindi scelto di utilizzare, come dieta “fissa” questi pasti liquidi disponibili in commercio.

Nello studio, i partecipanti adulti sani hanno solo bevuto per sei giorni. I partecipanti non potevano avere altro cibo o bevanda oltre all’acqua. Dopo il terzo giorno, ai soggetti è stata somministrata una grande quantità di uno dei campioni di nutrienti, denominati spike-in, per vedere quali effetti questo singolo nutriente (come la pectina delle fibre) aveva sul microbioma e se la sua influenza era riproducibile attraverso i soggetti.

Con sorpresa dei ricercatori, la variabilità giornaliera del microbioma intestinale non è diminuita, concludendo che la dieta standardizzata non ha l’effetto di creare uno sfondo costante nell’intestino. Ciò che è stato rilevato nel corso dello studio è stato un alto grado di stress indotto dalla dieta nel microbiota dei singoli partecipanti, che i ricercatori ritengono potrebbe essere attribuito alla grande quantità di zucchero trasformato presente nel prodotto.

Il team è stato ugualmente sorpreso di scoprire che gli effetti della maggior parte dei nutrienti, escludendo le fibre di inulina e pectina, nonostante fossero somministrati in dosi elevate, hanno prodotto scarso effetto sulla composizione del microbioma e nessun impatto riproducibile tra i soggetti.

Secondo la metodologia Pneisystem infatti, i principali driver della composizione del microbioma sono le fibre alimentari. Una dieta standardizzata non è un modo efficace per ripulire un segnale in uno studio che misura le associazioni tra la composizione del microbioma e la malattia, né riduce la variabilità giornaliera. Ed inoltre trova conferma il modello Pnei, secondo cui individui diversi hanno risposte diverse allo stesso nutriente specifico, probabilmente a causa dei diversi ceppi che ospitano, offrendo un’opportunità per la medicina di precisione.

La PneiSystem Academy ha come mission la divulgazione del concetto di terapia incentrata su 4 pilastri fondamentali:
- Ottimizzare le risorse psichiche attraverso l’apprendimento delle tecniche più moderne di gestione dello stress.
- Insegnare come compilare una dieta personalizzata in chiave antiossidante e antinfiammatoria
- Potenziare l’asse psico-immunologico attraverso il movimento, in particolare la danza (Pneisystem Equilibrium Dance)
- Saper selezionare i migliori integratori/ fitoterapici/nutraceutici/principi della low dose medicine e comporre un piano terapeutico centrato sulla persona.
 
Per informazioni più dettagliati sulla metodologia Pneisystem, e sul Master in Pnei e Pneisystem, attraverso il quale il professionista medico e/o biologo nutrizionista può divenire un Pneisystem Expert, contatta l’Academy  al n. 3276626977, tramite mail all’ indirizzo info@pnei4u.com o visita il sito www.pnei4u.com