|

giovedý 19 gennaio 2012

E' solo colpa dell'ipotalamo?

L'obesitÓ sembra associata ad un danno a livello ipotalamico sul controllo dell'appetito

Ricerca Clinica e di Base
ipotalamo

L'obesità indotta da dieta ricca di grassi in modelli animali provoca infiammazione, sia nei tessuti periferici che nelle zone ipotalamiche controllanti l'omeostasi energetica.

 

A differenza dell'infiammazione nei tessuti periferici, che si sviluppa come una conseguenza dell'obesità, l'infiammazione a livello ipotalamico si sviluppa entro 1-3 giorni, prima dell'aumento di peso.

 

Nella prima settimana di alimentazione con alto contenuto di grassi, nel nucleo arcuato dell'ipotalamo di ratti e topi si è dimostrata sia gliosi reattiva che marcatori suggestivi di lesioni neuronali, ritrovati poi anche nella sezione mediobasale, dopo esposizione continua.

Coerentemente con questi dati nei roditori, l'aumento gliosi nell'ipotalamo mediobasale è stato dimostrato anche in esseri umani obesi, con risonanza magnetica.

 

Questi risultati suggeriscono che in roditori e nell'uomo, l'obesità è associata a danno neuronale in una zona del cervello cruciale per il controllo del peso corporeo.

Author:Thaler JP, Yi CX, Schur EA, Guyenet SJ, Hwang BH, Dietrich MO, Zhao X, Sarruf DA, Izgur V, Maravilla KR, Nguyen HT, Fischer JD, Matsen ME, Wisse BE, Morton GJ, Horvath TL, Baskin DG, Tsch÷p MH, Schwartz MW.

Source:J Clin Invest. 2012 Jan 3;122(1):153-62. doi: 10.1172/JCI59660