|

martedì 19 febbraio 2013

Latte materno e appetito del lattante

La presenza di neurormoni dell'appetito nel latte materno (GLP-1, PYY e leptina) potrebbe influenzare la regolazione dell’alimentazione e della crescita infantile.

OBESITÀ INFANTILE
latte materno

Questo è quanto è stato sostanzialmente dimostrato in uno studio che ha coinvolto 13 donne dopo il parto (media ± DS: 25,6 ± 4,5 y, 72,0 ± 11,9 kg),  che hanno fornito i campioni del loro latte nel momento del parto e 4-5 settimane dopo il parto.

Tutte le donne partecipanti sono state sottoposte a misure della composizione corporea e nel loro latte sono stati misurate le concentrazioni di 
GLP-1, PYY, leptina e il contenuto di grassi.

Si è così dimostrato che la concentrazione di GLP-1 e il contenuto di grassi del latte era più alta nel secondo latte rispetto al primo (p ≤ 0,05). Le concentrazioni di PYY e leptina, invece, non erano cambiate tra il primo e il secondo latte. 

Sia la concentrazione di leptina che il contenuto di grassi del latte sono stati correlati con gli indici di adiposità materna, inclusi BMI (r = 0,65-0,85, p <0.02) e massa grassa (r = 0,65-0,84, p <0,02). La concentrazione di GLP-1 nel secondo latte è stata correlata con l'aumento di peso del bambino dalla nascita ai & mesi (r = -0,67, p = 0,034).

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23408760
Obesity (Silver Spring). 2013 Feb 14. doi: 10.1002/oby.20345. [Epub ahead of print]
Presence and dynamics of leptin, GLP-1, and PYY in human breast milk at early postpartum.