|

mercoledì 19 febbraio 2014

Latticini: quali proteggono dal diabete?

Il consumo di alcuni tipi di prodotti latticini fermentati a basso contenuto di grassi, specialmente lo yogurt magro, sembra offrire una protezione contro il diabete.

NUTRIZIONE
latticini diabete

Latticini e diabete: quale relazione? Il consumo regolare di alcuni prodotti caseari e derivati del latte sembrerebbe avere un impatto di tipo benefico sulla salute e in particolar modo preventivo contro lo sviluppo di alcuni disordini metabolici come il diabete di tipo 2.

Non tutti i prodotti, tuttavia, eserciterebbero questi effetti, ma solo quelli fermentati e a basso contenuti di grassi.

È questa la conclusione di un recente studio inglese che ha analizzato in modo prospettico l’incidenza della malattia metabolica in un vasto campione di soggetti dei quali erano note le abitudini alimentari dettagliate.

L’analisi ha infatti fatto uso dei dati provenienti dall’EPIC-Norfolk Study, uno studio di larga scala internazionale volto ad investigare l’impatto dell’alimentazione sulle principali malattie croniche.

Le abitudini alimentari degli oltre 4000 partecipanti venivano registrate in diari alimentari settimanali e il consumo totale di latticini veniva classificato secondo il contenuto di grassi, alto o basso, e secondo il sottotipo, yogurt, formaggio e latte.

I ricercatori dell’Institute of Metabolic Science del Cambridge Biomedical Campus hanno così potuto osservare che l’assunzione totale di latticini non correlava in alcun modo con l’incidenza della malattia durante un periodo di follow-up di 10 anni.

Al contrario, il consumo di latticini a basso contenuto di grassi correlava inversamente con l’incidenza del disordine, anche se in seguito alla correzione statistica per i fattori confondenti età, dieta e fattori di rischio per il diabete questa associazione si attenuava in modo drastico.

Il dato più importante dello studio, invece, riguardava la relazione inversa tra il consumo di prodotti fermentati e a basso contenuto di grassi, specialmente yogurt, e l’incidenza della malattia nel corso del tempo. Quest’associazione, infatti, non veniva modificata in seguito alla correzione statistica, a significare un significativo effetto protettivo esercitato da questo tipo di alimento verso lo il disordine metabolico.

Source:O'Connor LM, Lentjes MA, Luben RN et al. Dietary dairy product intake and incident type 2 diabetes: a prospective study using dietary data from a 7-day food diary. Diabetologia. 2014