|

mercoledì 19 settembre 2012

Fibre alimentari, efficaci contro il sovrappeso infantile

Le fibre prevengono lo sviluppo dei disturbi di peso e metabolismo anche nei giovanissimi

NUTRIZIONE
fibre alimentari sovrappeso infantile

Fra le strategie di prevenzione del sovrappeso adulto, spicca il consumo di fibre alimentari.

Tuttavia, non è del tutto chiara l’efficacia di questi interventi nei bambini e negli adolescenti. Le raccomandazioni alimentari pediatriche statunitensi suggeriscono un consumo di 14 g di fibre per ogni 1000 kcal.

Studi di popolazione hanno dimostrato che nei bambini di età compresa tra 7 e 11 anni, un aggiunta di 3 grammi di fibre per 1000 kcal ai 14 raccomandati si associa ad una riduzione del 4% del contenuto di grasso viscerale.

Una riduzione di pari entità nel consumo di fibre si associa invece a un aumento del 21% dei depositi adiposi viscerali.

 

L’effetto delle fibre è inoltre evidenziato nei giovanissimi da una minore predisposizione alla comparsa di caratteristiche cliniche riconducibili della sindrome metabolica. L’obesità infantile è infatti caratterizzata da una debole ma significativa resistenza all’insulina. Questa condizione impedisce il corretto metabolismo degli zuccheri e può favorire lo sviluppo del diabete.

Negli adulti il consumo di fibre favorisce il controllo della glicemia.

Tuttavia, effetti discordanti sembrano dipendere dalla natura delle fibre: solubili e insolubili. Numerosi studi hanno dimostrato che le fibre insolubili dei cereali e in generale i prodotti integrati prevengono il diabete, ma un effetto simile non viene riscontrato in seguito all’aumento del consumo di fibre solubili della frutta e della verdura.

Nel presente studio, i ricercatori del dipartimento di scienze nutrizionali della Purdue University hanno analizzato le principali fonti e il tipo di fibre alimentari contenute nella dieta di bambini e ragazzi di età compresa tra 2 e 18 anni, valutando l’impatto di questi alimenti sullo stato corporeo e sul metabolismo glucidico in soggetti. Complessivamente, la dieta dei soggetti esaminati comprendeva scarse quantità di fibre.

Per le diverse categorie di età, il rischio di sviluppare il sovrappeso o l’obesità si riduceva del 17% nel gruppo di consumo medio di fibre rispetto ai coetanei nel gruppo di consumo più basso. Questa protezione era ancora più forte nei soggetti inclusi nel gruppo a maggiore consumo di fibre (-21% rispetto al gruppo più basso).

 

In generale, i bambini e ragazzi inclusi nel gruppo intermedio di consumo di fibre presentavano con minore frequenza disturbi del metabolismo del glucosio. Secondo gli autori, le fibre alimentari assicurano una prevenzione contro lo sviluppo dei disturbi del peso corporeo e del metabolismo anche nei giovanissimi. Tuttavia, occorre sviluppare strategie che favoriscano il consumo di questi alimenti, e si ritiene necessario chiarire quali alimenti specifici offrano la maggiore protezione.

Source:Mary Brauchla, WenYen Juan, Jon Story et al. Sources of Dietary Fiber and the Association of Fiber Intake with Childhood Obesity Risk (in 2–18 Year Olds) and Diabetes Risk of Adolescents 12–18 Year Olds. Journal of Nutrition and Metabolism