|

giovedý 20 febbraio 2014

BBQ sempre pi¨ scoraggiato dagli esperti della nutrizione

Il consumo di carne grigliata sembra essere pi¨ pericoloso per la salute rispetto ad altre modalitÓ di cottura. Nuove evidenze da studio danese.

cottura carne

Carne rossa e patologia costituisce un binomio di estremo interesse negli studi epidemiologici volti ad investigare l’impatto dell’alimentazione sulla salute. È un dato accertato il fatto che un eccessivo consumo di carne rossa, specialmente se processata, può favorire l’insorgenza di forme alcune tumorali e, più in generale il consumo eccessivo di carne correla con una maggiore predisposizione a malattie del sistema cardiovascolare.

La questione recentemente affrontata da uno studio danese è la seguente: quale metodologia di cottura della carne è più pericolosa? Cottura alla brace, frittura o cottura al forno?

Il gruppo di ricercatori del National Food Institute, Technical University of Denmark di Søborg ha tentato di rispondere a questa domanda analizzando l’incidenza di quattro tipi di tumore – colon-rettale, prostatico, mammario e pancreatico – in relazione alla metodologia di cottura della carne in un vasto campione di popolazione danese.

Complessivamente, gli autori hanno potuto riscontrare che la preferenza per il metodo barbecue correlava con la maggiore incidenza di casi di tumore, seguito dalla frittura e dalla cottura al forno.

Un’evidenza in più, dunque, per limitare i consumi di carne rossa, ma specialmente per guidare la scelta nella modalità di preparazione del cibo.

Source:Berjia FL, Poulsen M, Nauta M Burden of diseases estimates associated to different red meat cooking practices. Food Chem Toxicol. 2014