|

domenica 20 ottobre 2013

Grasso viscerale: una minaccia per lo sviluppo cognitivo degli adolescenti

L’obesità viscerale può costituire un fattore di rischio per il corretto sviluppo delle capacità cognitive negli adolescenti, specialmente nelle ragazze.

OBESITÀ INFANTILE
grasso viscerale

Il grasso viscerale potrebbe essere deleterio per lo sviluppo delle capacità cognitive negli adolescenti. È questa la conclusione di un recente studio condotto dai ricercatori dell’Hospital for Sick Children presso la University of Toronto.

Il team medico, guidato dal Professor Pausova, ha potuto infatti riscontrare una significativa relazione tra il contenuto di tessuto adiposo accumulato a livello addominale e le abilità cognitive nei giovani pazienti. L’obesità sembra essere associata a una minore abilità cognitiva, specialmente delle funzioni esecutive, durante tutte le età.

La presente analisi ha valutato specificamente l’impatto del grasso depositato in sede viscerale sulla capacità cognitiva in un campione di 983 adolescenti, analizzando la relazione tra i valori del volume adiposo misurato mediante risonanza magnetica e le abilità cognitive valutate attraverso un apposito test.

Gli autori hanno quindi osservato che la presenza di volumi elevati di tessuto adiposo viscerale correlavano con una minore performance in almeno sei aspetti del test funzionale cognitivo, e in modo più marcato nelle ragazze rispetto ai ragazzi.

In conclusione, lo studio ha potuto dimostrare che l’impatto negativo del sovrappeso sulle capacità cognitive, sarebbe in buona parte riconducibile agli effetti legati alla presenza di un eccessivo contenuto di tessuto adiposo in sede viscerale.

Source:D H Schwartz, G Leonard, M Perron et al. Visceral fat is associated with lower executive functioning in adolescents International Journal of Obesity (2013)