|

martedì 21 gennaio 2020

Lactobacillus plantarum e neuromodulazione

L’effetto terapeutico della manipolazione del microbioma

Ricerca Clinica e di Base
Immagine serotoninaLa manipolazione del microbiota intestinale potrebbe ridurre i rischi per una serie di malattie come il diabete mellito di tipo 2 (T2DM). Il T2DM è associato a complicanze come disturbi intestinali e cerebrali. Probiotici e prebiotici potrebbero migliorare le complicanze del T2DM.
Uno studio sperimentale recente cerca di studiare gli effetti terapeutici e neuropsicologici di L. plantarum e inulina nei ratti diabetici.
 
Nel corso dell'indagine, L. plantarum, inulina o la loro combinazione (simbiotica) è stata somministrata a ratti diabetici. Alla fine, sono stati raccolti campioni fecali per valutare la composizione microbica intestinale. Sono stati condotti test comportamentali e si è analizzata la corteccia prefrontale (PFC) e dei campioni dell'ippocampo dei topolini.
 
I dati raccolti hanno dimostrato che la somministrazione di L. plantarum e inulina potrebbe migliorare la disbiosi intestinale e lo stato di stress ossidativo. Inoltre, potrebbe migliorare la via di segnalazione della serotonina e BDNF / TrkB.
In particolare, è stata osservata una forte correlazione tra i cambiamenti del microbiota intestinale e le risposte cognitive. È interessante notare che l'assunzione di simbiotici ha esercitato un effetto piuttosto potente sui marcatori di stress ossidativo.
 
I risultati confermano che esiste un potenziale terapeutico benefico per gli integratori, in particolare i simbiotici.
In più, il miglioramento neuropsicologico è associato al microbioma intestinale bilanciato!
 
 
Autori: Morshedi M, Saghafi-Asl M, Hosseinifard ES.
Fonte: J Transl Med. 2020 Jan 10;18(1):18. doi: 10.1186/s12967-019-02169-y.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6953298/