|

martedì 21 febbraio 2012

Chi ha detto sì alla “Tisanoreica”?

I dubbi sulla validità del metodo sono troppi rispetto alle prove scientifiche sull’efficacia, ma il Parlamento approva davvero?

NUTRIZIONE
barrette

Riteniamo che l’iniziativa del 15 febbraio "LA MANOVRA DIETETICA IN PARLAMENTO", che si proponeva di presentare proposte concrete per ridurre il tasso di obesità in Italia e i relativi costi per lo Stato  sia stata un’iniziativa di indubbio valore scientifico data la partecipazione di autorevoli esperti, ma manovrata nella comunicazione grazie alla presenza di Gianluca Mech.

Il risultato: un’informazione al cittadino distorta tesa a far coincidere le soluzioni indicate con l’adozione del “metodo tisanoreica”. La “tisanoreica” è ormai una tendenza che impazza, o meglio, un tormentone multimediale, e non solo. Ha ricevuto persino premi e riconoscimento come “iniziativa di sicuro successo nella lotta all’obesità”. Il promotore di tutta la “diet industry tisanoreica” è Gianluca Mech che ha saputo sfruttare al meglio l’azienda di famiglia, un’antica erboristeria, nella quale si è formato come “esperto di alimentazione” fin da giovane.

Ma c’è di peggio! In termini scientifici, la tisanoreica non fa altro che provocare una condizione di chetogenesi, la stessa che si verifica nei disordini del comportamento alimentare di natura restrittiva. E, infatti, per queste persone la tisanoreica è sconsigliata. Tuttavia, VIP e parlamentari ne sono entusiasti per la perdita di peso raggiunta in breve tempo. Ma non è certo questa la strada giusta per combattere l’obesità!

 

Fonte:

ADNKronos

Salute: nutrizionista, dieta tisanoreica più commerciale che scientifica http://www.adnkronos.com/IGN/Daily_Life/Benessere/Salute-nutrizionista-dieta-tisanoreica-piu-commerciale-che-scientifica_312989632077.html

Noi tutti come medici e specialisti della nutrizione, dobbiamo difendere la nostra professionalità … se ancora non hai aderito all’appello di DS Nutrition clicca qui (www.obesita.it/appello).