|

mercoledì 21 novembre 2012

Pasti isocalorici a confronto: l’impatto sul metabolismo varia in base ai nutrienti

La qualità dei pasti, a parità di calorie, permette di controllare gli effetti sul metabolismo.

NUTRIZIONE
fast food metabolismo post prandiale

Lo studio, pubblicato sulla rivista European Journal of Clinical Nutrition, porta la firma dei ricercatori islandesi del Landspitali-University di Reykjavik.

Gli autori hanno tentato di stabilire se vi fossero differenze negli effetti sul metabolismo post-prandiale di giovani individui in seguito al consumo di pranzi fast-food isocalorici.

In totale, hanno partecipato allo studio 12 individui nornopeso e 13 sovrappeso di età compresa tra 21 e 39 anni i quali sono stati assegnati casualmente al consumo in due occasioni di uno fra due tipi di pasti isocalorici e costituiti dallo stesso tipo di nutrienti. I due pasti venivano consumati a digiuno a distanza di una settimana fra loro. Un primo pasto prevedeva la tipica composizione di un menu da fast food (hamburger, pancetta e bevanda gassata per un carico glicemico pari a 48,7), mentre il secondo era costituito da un hamburger di salmone (pane di secale con lievito naturale ricco in fibre, insalata e succo di arancia, per un carico glicemico pari a 46). A seguito dei due pasti gli investigatori hanno raccolto campioni di sangue dei partecipanti testandone a diversi intervalli di tempo le concentrazioni di glucosio e insulina.

Gli autori hanno così osservato che l’innalzamento post-prandiale dei due parametri metabolici era del 44% inferiore nei soggetti che avevano consumato il menu fast-food non convenzionale e queste differenze correlavano con lo stato corporeo dei partecipanti.

Lo studio ha dimostrato come la qualità dei pasti, a parità di contenuto calorico, permetta di controllare gli effetti sul metabolismo. L’impatto sulla glicemia e l’insulinemia post-prandiale era infatti decisamente meno pronunciato nei soggetti che consumavano un pasto isocalorico composto da nutrienti più sani. L’effetto deleterio, inoltre, sembra essere più marcato nei soggetti che già soffrono di disturbi del metabolismo e presentano un eccesso di peso corporeo.

Source:A Ramel, F D Gudmundsdottir1 and I Thorsdottir Effects of two different types of fast food on postprandial metabolism in normal and overweight subjects European Journal of Clinical Nutrition (2012)