|

martedì 23 maggio 2017

Carboidrati fermentabili e intestino

I FODMAPS esacerbano i disturbi intestinali

NUTRIZIONE
imm4Prove preliminari suggeriscono che la restrizione dei carboidrati fermentabili potrebbe migliorare i sintomi gastrointestinali funzionali (FGS) nella malattia intestinale infiammatoria quiescente (IBD).

Per determinare se i carboidrati fermentabili esacerbassero FGS nella IBD quiescente è stato condotto un trial randomizzato, a doppio cieco, controllato con placebo, cross-over, re-challenge.

I pazienti reattivi a una dieta FODMAP bassa sono stati assegnati ad una serie di provocazioni con carboidrati fermentabili per 3 giorni in ordine casuale (fruttani, 12 g / d, galatto-oligosaccharidi, GOS, 6 g / d, sorbitolo, 6 g / d e glucosio come placebo, 12 g / d), ognuno separato da un periodo di wash-out standardizzato. Si sono valutati quindi i sintomi e le feci nei giorni delle provocazioni.

Sono stati reclutati trentadue pazienti con IBD, che soddisfacevano i criteri per la sindrome dell'intestino irritabile, gonfiore funzionale o diarrea funzionale, e sono stati recuperati dati in 29 pazienti che hanno completato tutte le fasi del processo (12 Crohn, 17 colite ulcerosa).

Un numero significativamente inferiore di pazienti ha riportato un adeguato sollievo di FGS il giorno finale della provocazione del fruttano (18/29, 62,1%) rispetto al glucosio (26/29, 89,7%) (p = 0,033).

La severità del dolore (1,1 contro 0,5, P = 0,004), gonfiore (1,3 contro 0,6, P = 0,002), flatulenza (1,5 vs 0,7, P = 0,004) e urgenza fecale (0,9 contro 0,4, P = 0.014) è stata significativamente superiore nel giorno finale della provocazione con i fruttani rispetto al glucosio.

Alle dosi relativamente alte, i fruttani, ma non il GOS o il sorbitolo, hanno esacerbato FGS nei pazienti con IBD quiescente, coerentemente con una prova di re-challenge, nella sindrome dell'intestino irritabile.

Una dieta a basso FODMAP potrebbe quindi ridurre i sintomi gastrointestinali funzionali nella IBD.

Il grado di restrizione FODMAP necessario per il miglioramento dei sintomi è ancora da determinare in modo preciso, ma probabilmente la reattività va valutata paziente per paziente.

 
Autori: Cox SR, Prince AC, Myers CE, Irving PM, Lindsay JO, Lomer MC, Whelan K
Fonte: . J Crohns Colitis. 2017 May 19. doi: 10.1093/ecco-jcc/jjx073.
Link della fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28525543
 

Dietosystem, da sempre a fianco dei nutrizionisti italiani, ha appena rilasciato una nuova versione della Suite Nutrizionale, il software che fa da cassetta degli attrezzi per il professionista della nutrizione.
Scopri qui cosa c’è di nuovo nell’aggiornamento 15.0!!

In particolare è disponibile il nuovo modulo DISBIOSI INTESTINALE con 5 codici patologia specifici (IBS con prevalenza diarrea; IBS con prevalenza stipsi; IBS con alvo alterno; SIBO; LGS) e relative schede sinottiche e di counselling.

Inoltre, per tutti gli ingredienti presenti in banca dati è stata indicata la presenza di uno o più FODMAP (= Fermentable Oligosaccharides, Disaccharides, Monosaccharides and Polyols) con la possibilità di monitorare e commentare la sintomatologia del paziente in seguito a esclusione/riammissione degli alimenti nella dieta.

Ulteriori informazioni qui.