|

lunedì 23 settembre 2013

Alimentazione mediterranea per proteggere il cuore

La dieta mediterranea promuove la salute cardiovascolare e previene l’incidenza di patologie croniche riducendo i loro fattori di rischio.

NUTRIZIONE
mediterranea cardiovascolare

La dieta mediterranea, grazie alla sua combinazione unica e variegata di alimenti e un ridotto apporto di grassi, rappresenta una valida strategia nutrizionale per la prevenzione di numerose patologie croniche.

Questa non è certo una novità: risalgono infatti agli anni 60 le prime descrizioni epidemiologiche della minore mortalità per cause cardiovascolari nei paesi dell’area mediterranea come Grecia e Italia rispetto alle popolazioni dell’Europa del Nord e degli Stati Uniti e la loro immediata associazione alle differenze nelle abitudini alimentari. 

Una recente pubblicazione curata dai ricercatori inglesi della University of Warwick di Coventry ha descritto l’impatto dell’invito medico di attenersi ad uno stile alimentare mediterraneo rivolto sia ad individui sani sia a soggetti che presentano un elevato rischio cardiovascolare.

Per definizione, lo stile mediterraneo a tavola prevede almeno due dei seguenti elementi: un elevato rapporto tra grassi monoinsaturi/saturi, un consumo basso e moderato di vino rosso, un’abbondante consumo di legumi, abbondanti quantità di cereali, frutta e verdura, un basso consumo di prodotti a base di carne, molto pesce e un moderato consumo di latte e prodotti caseari magri.

Gli autori hanno quindi esaminato i risultati raggruppati provenienti da 15 studi randomizzati-controllo nel tentativo di estrarre associazioni significative tra lo stile alimentare e la prevalenza dei fattori di rischio cardiovascolare.

Chiaramente, l’analisi dimostrava che l’adozione delle abitudini alimentari mediterranee favoriva una significativa riduzione dei livelli di colesterolo totale e, notoriamente, di lipoproteine a bassa densità.

Ad ogni modo, data l’estrema variabilità che può essere riscontrata nell’interpretazione della dieta mediterranea, gli autori hanno sottolineato come si richieda necessario investigare quali componenti di questo modello alimentare offrano la maggiore protezione contro i fattori di rischio cardiovascolare.

Source:Rees K, Hartley L, Flowers N et al. 'Mediterranean' dietary pattern for the primary prevention of cardiovascular disease. Cochrane Database Syst Rev. 2013