|

martedý 24 febbraio 2015

Bevande colorate: attenzione al rischio di cancro!

Il caramello viene aggiunto a molte bevande di largo consumo come colorante, e i consumatori abituali di tali bevande dovrebbero essere informati dei rischi che corrono.

NUTRIZIONE
soft drink

Il problema sta nel 4-metilimidazolo (4-MEI), un potenziale composto cancerogeno che si sviluppa nella lavorazione del caramello utilizzato come colorante. A diffondere l’allarme è un gruppo di ricercatori della California dove è già in atto una proposta di legge che impone un avvertimento chiaro circa il rischio di cancro apposto in etichetta per tutte le bevande contenenti 4-MEI.

I ricercatori hanno analizzato la composizione di 12 bevande e in particolare quella di due bevande di largo consumo  e contenenti il caramello come colorante: Malta Goya (bevanda analcolica gasata a base di malto e di largo consumo negli USA) e Coca-Cola, acquistandole in due zone dell’America molto distanti tra di loro e nelle quali non è richiesta alcuna etichetta di avvertimento. Sono stati valutati anche: l’esposizione al 4-MEI e i conseguenti rischi di cancro, insieme ai consumi delle stesse bevande ottenuti dallo studio di sorveglianza National Health and Nutrition Examination Survey.

E si è così dimostrato che la Malta Goya aveva la più alta concentrazione di 4-MEI, la Coca-Cola, invece ha avuto i più bassi valori per tutte le variabili calcolate tra cui, l’esposizione al rischio di cancro che appare più elevata se il contenuto di caramello colorante  è > 29 mg/giorno, e il contenuto di soda.  Gli autori ritengono, quindi, che l’etichettatura con l’avvertimento e la corretta informazione ai consumatori, siano da estendere a tutti gli Stati Uniti. E non sarebbe male se si facesse anche in Italia, dove i consumi di queste bevande sono in aumento!

Fonte:

http://www.sciencedaily.com/releases/2015/02/150218191653.htm
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25693062 
PLoS One. 2015 Feb 18;10(2):e0118138. doi: 10.1371/journal.pone.0118138. eCollection 2015.
Caramel color in soft drinks and exposure to 4-methylimidazole: a quantitative risk assessment.