|

venerdý 24 giugno 2011

Attenzione al sodio "nascosto" nei cibi

I bambini hanno un elevato introito di sodio derivante da cibi normalmente raccomandati per una corretta alimentazione

Come aumentare il sodio

Questo quanto suggerito da uno studio greco che ha indagato le abitudini alimentari e l'aderenza alla dieta mediterranea in luce della preoccupante crescita dell’obesità infantile fra popolazione infantile.

 

Lo studio ha messo in guardia sul potenziale rischio di un eccessivo consumo di sodio da parte dei bambini.

 

Il minerale sarebbe presente in dosi elevate in numerosi alimenti inclusi nelle diete raccomandate, specialmente nei prodotti di forno e nei formaggi confezionati.

 

Su oltre 4500 bambini fra i 10 e i 12 anni, il 23% è risultato consumare più della dose stabilita di sodio giornaliera equivalente a 2200 mg, escluso il sale da tavola e quello utilizzato nella preparazione dei cibi.

 

Ironicamente, il consumo di sodio era più elevato nei bambini che presentavano una maggiore aderenza al modello alimentare medirerraneo. Il 34% del minerale risultava contenuto in “fonti nascoste” quali pane, cereali processati e formaggi.

 

Il sodio è un minerale naturalmente contenuto in molti cibi e viene utilizzato nell’industria alimentare come additivo. Un suo consumo eccessivo è associato allo sviluppo di ipertensione ed può essere responsabile di alcune patologie cardiovascolari.

 

Il sodio è infatti il principale regolatore del bilancio elettrolitico corporeo e quindi coinvolto nella patofisiologia di complessi disordini dell’equilibrio degli elettroliti.

Le concentrazioni patologiche del minerale riflettono il rapporto tra sodio ed acqua nel compartimento extracellulare piuttosto che il contenuto totale dell’organismo.

 

Gli alimenti che contengono le più alte concentrazioni di sodio sono i cibi confezionati, le zuppe, i prodotti caseari, le carni e i prodotti di forno trattati.

I bambini sarebbero pericolosamente esposti ad un introito elevato di sodio in quanto regolari consumatori di questi cibi.

 

Il monitoraggio del consumo totale del minerale, specialmente di quello "nascosto" è dunque di particolare importante nell’infanzia.

Questi risultati dovrebbero inoltre allertare le industrie manifatturiere alimentari per ridurre il contenuto di sodio aggiunto durante il processamento dei cibi sani.

Author:Magriplis E, Farajian P, Pounis GD, Risvas G, Panagiotakos DB, Zampelas A.

Source:J Hypertens. 2011 Jun;29(6):1069-76.