|

martedì 24 settembre 2013

La vitamina D nei nuotatori adolescenti

Le concentrazioni sieriche di vitamina D (25 (OH) D) sono associate a migliore performance fisica nella popolazione generale, ma pochi studi sono stati pubblicati sugli atleti.

LIFE STYLE
nuoto

Sono stati testati i livelli sierici di vitamina D (25 (OH) D) in 80 nuotatori competitivi adolescenti di entrambi i sessi, nei quali venivano misurate altre prestazioni come, la forza della presa, l'equilibrio e il nuoto a più velocità. Si procedeva analizzando le associazioni tra 25 (OH) D e le varie misure delle prestazioni adeguate all'età. 

I parametri delle prestazioni sono stati confrontati con la concentrazione sierica di 25(OH) D e suddivisi in: vitamina D sufficiente (n = 27), insufficiente 25 (OH) D che vanno da 20-29,9 ng / ml, (n = 42) e carente (25 (OH) D <20 ng / ml, n = 11). Nessuna associazione significativa è stata trovata tra i livelli sierici di 25 (OH) D e una delle misure di performance, senza differenze significative tra le 3 categorie. 

Gli autori ritengono dunque che in questa popolazione di nuotatori adolescenti, la concentrazione sierica di vitamina D, non sia correlabile alle prestazioni considerate. Tuttavia l’opportunità di verificare la stessa possibile associazione in atleti di sport diversi, potrebbe fornire spunti interessanti.

Fonte

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24018897
Pediatr Exerc Sci. 2013 Aug 29. [Epub ahead of print]
Vitamin D Concentrations and Physical Performance in Competitive Adolescent Swimmers.