|

martedì 26 marzo 2013

Selenio: un alleato contro le patologie cardiovascolari?

L’alimentazione gioca un ruolo centrale nella prevenzione così come nella predisposizione allo sviluppo delle patologie cardiovascolari.

salute cuore selenio

Il ruolo centrale delle abitudini alimentari  nella prevenzione così come nella predisposizione allo sviluppo delle patologie cardiovascolari è consolidato.

Il selenio rappresenta un elemento potenzialmente in grado di ridurre il rischio cardiovascolare, poichè contenuto nelle seleno-proteine, complessi enzimatici capaci di prevenire il danno ossidativo dei tessuti, principale causa della compromissione del sistema cardiovascolare.

Una recente revisione sistematica della letteratura ha investigato il ruolo dei supplementi di selenio nella prevenzione delle patologie del sistema cardiovascolare, analizzando inoltre il possibile rischio di diabete derivante da un consumo eccessivo di questo elemento.

L’analisi di un totale di 12 studi per un numero complessivo di 20.000 individui non ha tuttavia permesso di giungere a conclusioni precise circa l’effetto dei supplementi di selenio. Molto probabilmente, nel caso di una nutrizione bilanciata senza carenze di elementi essenziali, l’integrazione di selenio non sembra esercitare né un effetto positivo e neppure deleterio. Più caute sono invece le posizioni riguardo il potenziale rischio di diabete, poiché dall’analisi non è stato possibile escludere completamente questa situazione.

Source:Karen Rees, Louise Hartley, Camilla Day et al. Selenium supplementation for the primary prevention of cardiovascular disease Cochrane Heart Group