|

venerdì 26 luglio 2013

Grassi del pesce: rischio tumore prostatico?

Il consumo di grassi polinsaturi di tipo omega 3 potrebbe costituire un fattore di rischio per il tumore prostatico. Così suggerisce un recente studio.

NUTRIZIONE
tumore prostata acidi grassi

Gli acidi grassi del pesce: un possibile fattore di rischio per lo sviluppo del tumore prostatico? È questa la conclusione di un recente studio, presentato sulla rivista Journal of National Cancer Institute, che avvalora precedenti osservazioni riguardo una possibile associazione tra il livello di assunzione di questi macronutrienti contenuti in abbondanti quantità nel pesce e la probabilità di insorgenza della patologia.

I risultati giungono da un’analisi allestita dai ricercatori dell’Ohio State University Comprehensive Cancer Center, nel quale il consumo di acidi grassi a lunga catena polinsaturi omega-3 (LCω-3PUFA )veniva rapportato all’incidenza delle diverse forme del tumore. Gli autori hanno raccolto le informazioni sulle abitudini alimentari di 834 uomini diagnosticati sul tumore, dei quali 156 con patologia in stadio avanzato. I dati provenivano dallo studio Selenium and Vitamin E Cancer Prevention Trial nel quale veniva analizzata la relazione tra lipidi plasmatici ed altri micro-elementi e il tumore.

Lo studio ha chiaramente mostrato che gli individui che presentavano un consumo più elevato di LCω-3PUFA presentavano anche una propabilità maggiore di sviluppare il tumore di basso grado, grado elevato e totale rispetto alla categoria a più basso consumo. Questo tipo di associazione era simile per tutti i tipi di LCω-3PUFA considerati. Al contrario, il consumo di acidi grassi polinsaturi a lunga catena omega-6, in particolare acido linoleico, correlava con un rischio inferiore della malattia.

Lo studio ha dunque confermato precedenti osservazioni su un maggiore rischio del tumore prostatico tra gli uomini che presentano elevate concentrazioni plasmatiche di LCω-3PUFA. Questi risultati potrebbero indicare che questo tipo di acidi grassi potrebbe essere direttamente coinvolto nei processi di tumorigenesi della prostata.

Source:Theodore M. Brasky, Amy K. Darke, Xiaoling Song et al. Plasma Phospholipid Fatty Acids and Prostate Cancer Risk in the SELECT Trial JNCI J Natl Cancer Inst (2013)