|

martedý 27 marzo 2012

Indice glicemico, leptina e adiponectina

Le diete a elevato indice glicemico (GI) o elevato carico glicemico sembrano modulare le concentrazioni plasmatiche di leptina e adiponectina.

carboidrati

Nell’ambito dello studio multicentrico noto con l’acronimo PREDIMED (Mediterranean Diet In The Primary Prevention Of Cardiovascular Disease) sono stati raccolti al basale dopo un anno di follow-up, i dati relativi alle abitudini alimentari di 511 anziani (uomini e donne con elevato rischio cardiovascolare) residenti in comunità.

 

In tutti i soggetti selezionati sono stati misurati i livelli plasmatici di leptina e adiponectina, e altri markers di rischio cardiometabolico, al basale e dopo 1 anno. Si procedeva calcolando il GI e il GL della dieta che veniva poi posto in relazione alle misure di laboratorio. Si è così evidenziato che al basale, i soggetti nei quartili più elevati di GI mostravano livelli significativamente più elevati di TNF e di IL-6 rispetto a quelli nei quartili inferiori. 

 

Inoltre il GI era negativamente correlato ai livelli plasmatici di leptina e adiponectina. Dopo 1 anno di follow-up, i soggetti con un incremento più elevato di GI o GL hanno mostrato una maggiore riduzione dei livelli plasmatici di leptina e adiponectina. Non è stata, invece, trovata alcuna associazione tra GI o GL e gli altri marcatori metabolici misurati.

 

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22209741

Nutr Metab Cardiovasc Dis. 2011 Dec 30. [Epub ahead of print]

Dietary glycemic index/load and peripheral adipokines and inflammatory markers in elderly subjects at high cardiovascular risk.