|

martedì 28 maggio 2013

Alimentazione mediterranea previene declino cognitivo

L'aderenza allo stile alimentare mediterraneo può proteggere dal declino cognitivo nell’anziano.

declino cognitivo

La dieta mediterranea sembra ritardare il declino cognitivo nell’anziano.
Il consumo di una dieta mediterranea ritarda il declino cognitivo nell’anziano. Questa la conclusione di un recente studio internazionale coordinato dai ricercatori dell’Università di Atene.
L’analisi seguito oltre 17.400 partecipanti inclusi nel Reasons for Geographic and Racial Differences in Stroke (REGARDS) Study tra il 2003 e il 2007, registrandone le abitudini alimentari e lo stato cognitivo annualmente.
Dopo un periodo di follow-up medio di 4 anni, i ricercatori hanno osservato che una maggiore aderenza al modello alimentare mediterraneo si associava ad una minore probabilità di incorrere in demenza senile ed altri sintomi caratteristici del declino cognitivo. Gli autori hanno infine riscontrato un’interazione della presenza del diabete mellito nella relazione tra l’aderenza alla dieta e lo stato cognitivo.

Gli individui diabetici presentavano, infatti, un minore impatto protettivo di questo stile alimentare rispetto ai partecipanti metabolicamente sani.

Source:Georgios Tsivgoulis, Suzanne Judd, Abraham J. Letter Adherence to a Mediterranean diet and risk of incident cognitive impairment Neurology April 30, 2013