|

martedì 29 gennaio 2013

Troppi fast food alimentano l’asma?

Un elevato consumo di fast food potrebbe essere associato alla prevalenza dei sintomi di asma, rinocongiuntivite ed eczema.

NUTRIZIONE
fast food

In proposito, in Nuova Zelanda, nell’ambito dello studio ISAAC (Phase Three of the International Study of Asthma and Allergies in Childhood) sono stati indagati i consumi alimentari, nel corso degli ultimi 12 mesi, sui bambini di 6-7 anni e sugli adolescenti di 13-14-anni (utilizzando questionari FFQ).

Si è così in sostanza evidenziato che per gli adolescenti e per i bambini, un consumo di frutta ≥ 3 volte alla settimana era associato a un potenziale effetto protettivo sull’asma grave. Mentre un aumento del rischio di asma era associato a un consumo di fast food ≥ 3 volte alla settimana, e lo stesso si verificava per il rischio di eczema e rinocongiuntivite. 

Gli autori ritengono dunque che se l'associazione tra fast food e la prevalenza dei sintomi di asma, rinocongiuntivite ed eczema è causale, questi risultati potrebbero avere importanti ripercussioni sulla salute pubblica mondiale, visto il crescente consumo di fast food nella maggior parte dei Paesi industrialia stile di vita occidentale.

Fonte:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23319429
Thorax. 2013 Jan 14. doi: 10.1136/thoraxjnl-2012-202285. [Epub ahead of print]
Do fast foods cause asthma, rhinoconjunctivitis and eczema? Global findings from the International Study of Asthma and Allergies in Childhood (ISAAC) Phase Three.